Primo decesso per Coronavirus in Liguria; scuole ancora chiuse a Savona

La provincia di Savona ancora sotto controllo per un focolaio ad Alassio e per un decesso, correlato al virus, in un hotel di Laigueglia

Prima morte per Coronavirus in Liguria; scuole ancora chiuse a Savona

GENOVA – “Abbiamo fatto il punto con il presidente Conte, il capo della Protezione Civile Borelli e tutti i Ministri interessati. I provvedimenti che verranno presi domani verranno presi in base ad un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, per le regioni interessate. Decadono così le singole ordinanze regionali. Per quanto ci riguarda le misure rguardano esclusivamente la provincia di Savona“. Così ha detto in conferenza stampa nel pomerigio di ieri il governatore Giovanni Toti. “Quindi l’area di Savona dovrebbe avere le scuole ancora chiuse per la prossima settimana, così come i teatri e sospese le manifestazioni pubbliche. Le altre provice della Liguria torneranno ad essere assmilate alle altre aree del Paese. Nelle prossime ore arriverà il provvedimento del governo”.

“Tutto questo alla luce anche degli ultimi dati, ovvero il fatto che la provincia di Savona tra trasferiti in Piemonte, ricoverati e tamponi positivi ha raggiunto quasi la cinquantina di casi di contagio”, ha proseguito il presidente dell Regione Liguria “Nella zona Alassio si registra un vero e proprio cluster di contagio, mentre nella città metropolitana di Genova ci sono zero casi tracciati. Alla Spezia l’unico dato è quello del caso isolato dell’uomo di Pignone, che non ha prodotto file di contagio significative. In provincia di Imperia, invece, abbiamo un solo caso che proviene da zona lombarda di contagio ma che si sta curando in casa sua”.

“Alla luce di queste oservazioni – ha concluso Toti – si é convenuto che soltanto la zona di Savona deve erssere ancoa tenuta sotto controllo”.

Regione Liguria ha reso noto, tramite la propia pagina ufficiale Facebook, che ieri sera si è reso necessario intervenire con la procedura di isolamento dell’Hotel Garden di Laigueglia, dove soggiornava una anziana signora lombarda di 92 anni, deceduta la notte precedente per cause naturali e risultata poi positiva al tampone per il Coronavirus. Il sindaco di Laigueglia, Roberto Sasso Del Verme, ha  firmato l’ordinanza che ha disposto il sequestro dell’albergo. Nelle prossime ore la Protezione Civile della Liguria si prenderà cura delle quaranta persone presenti in hotel e lavorerà per riaccompagnare gli ospiti, prevalentemente nella provincia di Cremona, il personale e i proprietari, nei loro domicili dove verranno sottoposti a regime di quarantena obbligatoria come da protocollo.