Rosario da Accumuli: dove seguire la preghiera del 30 giugno

62

rosario accumoli 30 giugno 2021

Mercoledì 30 giugno alle ore 20.50 su Tv2000 e InBlu2000 e Fb dalla Chiesa dei Santi Pietro e Lorenzo in Accumoli (RI), presiede mons. Domenico Pompili

ACCUMULI – ‘Prega con noi’ Tv2000 e InBlu2000 invitano i fedeli, le famiglie e le comunità religiose a ritrovarsi, mercoledì 30 giugno alle 20.50, per recitare insieme il Rosario trasmesso su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky), InBlu2000, e su Facebook. La preghiera sarà trasmessa dalla Chiesa dei Santi Pietro e Lorenzo in Accumoli (RI), con mons. Domenico Pompili, Vescovo di Rieti.

LIBRETTO PER LA PREGHIERA: https://www.tv2000.it/wp-content/uploads/2021/06/Rosario3006.pdf

LE MEDITAZIONI:

1° MISTERO

Signore, sei venuto per ricostruire l’umanità devastata dal peccato. Aiutaci nella nostra ricerca di Te. Fa che Ti cerchiamo appassionatamente e Ti troviamo ovunque sei presente: nell’Eucaristia e nella Parola di Dio, nella Chiesa e in ogni cuore umano che batte su questa terra. Sei presente nella bellezza del creato e nell’immensità dell’Universo. Sei presente nella povertà e nella sofferenza delle persone. Sei presente nella nostra sofferenza. Sei entrato, perfino, negli inferi della nostra esistenza per farci abbandonare i “redditi” della morte e acquistare la vera vita.

Preghiamo per le popolazioni colpite dal terremoto, perché possano vedere portato a termine il sogno della rinascita dei loro paesi e delle loro città.

2° MISTERO

O Gesù, hai chiesto di fare discepoli Tuoi tutte le nazioni. Siamo tutti chiamati a seguire Te, uomo nuovo, l’amore più grande, Colui che dimostra un’umanità davvero unica e straordinaria. Siamo chiamati a imitarti perché solo in questo modo la nostra terra può rinnovarsi. Gli uomini nuovi creati nella santità e nella giustizia diventano così speranza di questo territorio che può diventare un “piccolo paradiso”. Pertanto è giusto esercitare ogni “potere sulla terra” seguendo il Tuo esempio, nel servizio del bene comune.

Preghiamo per le istituzioni civili perché diano risposte concrete alla sfida della Ricostruzione salvaguardando il patrimonio culturale, custodendo l’unicità delle tradizioni locali, fermando il processo di spopolamento, proteggendo le risorse ambientali e ricostruendo gli edifici.

3° MISTERO

Effondi, o Dio Padre in noi lo Spirito Santo perché diveniamo creature nuove, speranza per questa terra, persone nuove per un mondo nuovo, rinnovato, profondamente ricostruito e non soltanto nella dimensione materiale. Sana le nostre relazioni perché siano fondate sulla benevolenza e sull’amore. Sconfiggi l’inimicizia, proteggici dall’infedeltà e dall’egoismo. Fa che i nostri cuori abbondino di gioia e di pace.

Preghiamo per la Chiesa nei territori colpiti dal Sisma affinché con la semplice presenza, ma ancor più con la parola e con le azioni, sia portavoce di speranza per coloro che rischiano di non averla più.

4° MISTERO

Non potendo ancora contemplare con i nostri occhi la gloria della quale hai reso partecipe Maria, o Signore, pensiamo al percorso che l’ha condotta alla sua Assunzione. Maria ha vissuto la propria esistenza nella totale ed estrema fedeltà a Te. È stato Dio a progettare interamente la sua vita per poi accoglierla in un modo così unico e speciale nella gloria del Suo Regno. Anche Lei, Signore, Ti ha trattato in maniera del tutto unica e speciale nella sua vita terrena. Preghiamo affinché anche noi come Maria, riserviamo sempre a Te il primo posto nella nostra esistenza.

Preghiamo per i giovani perché si sentano protagonisti del mondo nuovo. Senza rigettarne le radici siano capaci di dare un gusto nuovo all’umanità di oggi, mettendo a disposizione l’energia, il tempo, i talenti e le proprie capacità.

5° MISTERO

La gloria di Maria è il frutto della grazia Tua, o Signore, unita al suo operato di cui Maria è veramente di esempio. Vogliamo pregarti ora, o Dio, per tutti gli uomini della terra perché ognuno illuminato da Te scopra la sua vocazione e compia generosamente la propria missione. Fa che la nostra mente e il nostro cuore si immergano nella dimensione della vita che va oltre la morte, oltre la rovina, oltre la sofferenza e percepiscano la gloria che Tu, o Signore, prepari per coloro che Ti amano.

Preghiamo per coloro che lavorano, affinché con il proprio impegno affrettino la ricostruzione materiale; per gli anziani, perché la loro esperienza di vita contribuisca alla crescita di una società sempre più umana; per i sofferenti, perché con la loro presenza ricordino a tutti che il senso del nostro esistere non è racchiuso nei beni materiali o nel puro godimento, ma va ben oltre raggiungendo il fine della salvezza eterna.

PREGHIERA FINALE

O Vergine Addolorata, in modo particolare hai partecipato alla sofferenza di Cristo che ha prodotto la salvezza dell’umanità. Ti affidiamo, ora, le nostre sofferenze.

Ci troviamo esattamente nel cuore della terra sconvolta dal disastro del terremoto che ha danneggiato la vita personale, familiare, sociale, lavorativa e spirituale di uomini e donne che già affrontavano numerose difficoltà per le conseguenze del grave spopolamento che affliggeva ormai da tempo questi luoghi.

O Vergine Santa, Tu che ora puoi indicarci un modo nuovo di vivere e di affrontare il dolore, insegnaci a trasformare la tristezza in gioia, la perdita in guadagno, la sfortuna in risorsa, la disperazione in speranza. Concedici di diventare persone nuove per dare così un gusto totalmente rinnovato a questo territorio dove la ricostruzione è in grave ritardo.

Aiutaci a non dimenticare che non basta ricostruire le case e le chiese ma ancora più importante è la ricostruzione dei cuori e delle relazioni sociali.

Donaci la capacità di risorgere da tutto ciò che profuma di morte, di tristezza, di disperazione.

Accompagnaci in questa enorme sfida perché la sofferenza che stiamo affrontando si trasformi, sul Tuo esempio e soprattutto sull’esempio di Tuo Figlio, in gloria.