Rosario da Aosta, preghiera dalla Cattedrale: ecco quando

rosario aosta 5 agosto 2020

Mercoledì prossimo, 5 agosto appuntamento dalla Cattedrale Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista di Aosta in diretta su Tv2000, InBluRadio e Facebook

AOSTA – ‘Prega con noi’ Tv2000 e InBlu Radio invitano i fedeli, le famiglie e le comunità religiose a ritrovarsi, mercoledì 5 agosto, alle 21, per recitare insieme il Rosario che verrà trasmesso da Tv2000 (canale 28 e 157 Sky), InBlu Radio, e su Facebook. La preghiera andrà in onda dalla Cattedrale Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista di Aosta e sarà presieduta da Mons. Franco Lovignana, Vescovo di Aosta.

CATTEDRALE DI AOSTA

La Cattedrale, chiesa madre della diocesi di Aosta, è sicuramente l’edificio cristiano più importante della regione e anche il più antico. Le indagini archeologiche hanno permesso di stabilire che la chiesa risale alle fasi iniziali della diffusione del Cristianesimo in Valle d’Aosta. Nella seconda metà del IV secolo era già stato sistemato un complesso di notevoli dimensioni: un edificio a navata unica di circa quaranta metri di lunghezza, con annessi differenti vani di servizio e due battisteri, era stato ricavato all’interno di un più antico complesso a ridosso del criptoportico romano.È probabile che questa chiesa, di cui si sono ritrovate estese vestigia, sia rimasta in uso fino alla fine del primo millennio, per lasciare poi il posto alla Cattedrale attuale.

Tra la fine del XVI e il XIX secolo continuavano modifiche e trasformazioni, ma il mutato ruolo della Valle nella politica e nella storia della regione alpina e la congiuntura economica più difficile contribuivano a limitare l’estensione e il profilo di questi interventi. Si può ricordare la decorazione della prima cappella a destra dell’ingresso, verso il 1570-80, con un ciclo di affreschi recentemente riscoperto; la costruzione di una nuova grande cassa reliquiaria di gusto manierista per le reliquie di san Giocondo, la cui esecuzione veniva affidata all’orafo e sacerdote locale Joseph Javin nel 1613; la sistemazione di un nuovo altare maggiore marmoreo nel 1758, ad opera del luganese Francesco Albertolli; infine, nel corso dell’Ottocento, la costruzione della nuova facciata neoclassica ad opera dell’architetto Gayo, nel 1846-48, e la costruzione della cappella del Rosario, di gusto neogotico, che purtroppo portava alla demolizione parziale di un lato del bel chiostro quattrocentesco. Nel 2007, volendo offrire ai fedeli la possibilità di venerare la memoria dei Pastori che hanno guidato la Diocesi di Aosta, Mons. Anfossi commissiona la realizzazione di una cappella destinata alla sepoltura dei Vescovi alla base del campanile sud. Nel 2012 si conclude il restauro della cappella del Rosario che oggi funge da cappella feriale e da custodia del Santissimo Sacramento [tratto dal sito Cattedraleaosta.it].