Sciopero generale, Landini: “In piazza per dare voce al lavoro”

12

Maurizio LandiniROMA – Lo sciopero generale è una scelta “coraggiosa” e “che conferma l’autonomia delle organizzazioni sindacali e la volontà di dare voce al lavoro”. Così il segretario della Cgil ha spiegato le ragioni dello sciopero generale del 16 dicembre, durante una diretta social con Nicola Fratoianni di Sinistra italiana. Durante la pandemia c’è stata “svalorizzazione del lavoro”, ha detto Landini.

“Questa possibile ripresa non va nella direzione di premiare quelli che hanno maggior bisogno di essere premiati, tutelati e riconosciuti per il lavoro che fanno; in questo anno e mezzo di pandemia è quello che ha permesso di avere una ripresa superiore a quella che hanno altri Paesi in Europa ma invece di riconoscere questo ruolo si è scelto di tornare a logiche uguali a quelle prima della pandemia”, ha concluso Landini.