“The Square. Spazio alla cultura”, il quinto episodio su Sky Arte

54

Il 27 Gennaio su Sky Arte il quinto episodio di “The Square. Spazio alla cultura” l’arte e la cultura in tutte le loro forme

SKY ARTE – Da giovedì 25 novembre 2021, ogni due settimane alle ore 20.40, va in onda su Sky Arte “The Square. Spazio alla cultura”, la serie realizzata da TIWI e condotta da Nicolas Ballario che racconta la cultura contemporanea in tutte le sue forme, attraverso servizi, ospiti, approfondimenti in animazione e appuntamenti da non perdere.

Dopo il successo della prima stagione, in cui artisti, musicisti, registi, attori, danzatori e lavoratori nel campo della cultura, dello spettacolo e dell’arte hanno trovato un palcoscenico per i loro progetti, quest’anno lo spazio di The Square amplia i suoi orizzonti e diventa anche un magazine, che racconta le proposte del mondo dell’arte e dei suoi protagonisti a 360°. Oltre ad accogliere e intervistare gli ospiti nel suo studio-cantiere Nicolas introduce servizi speciali dalle mostre e dai musei di tutta Italia.

Gli ospiti delle prime puntate sono stati Roberta Tenconi, curatrice di Pirelli Hangar Bicocca, il Direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino, la performer Magdalena Mitterhofer insieme a Filippo Andreatta, regista teatrale, curatore e fondatore del gruppo OHT – Office for a Human Theatre di Trento, il duo Canarie composto da Paola Mirabella e Andrea Pulcini, l’artista Francesco Vezzoli e il controtenore Pere Jou insieme al coreografo vincitore del Leone d’oro alla Carriera alla Biennale Danza Alessandro Sciarroni.

Tra le novità, la rubrica in animazione Crazy Times. Gli anni più pazzi della storia dell’arte, che racconta gli anni più curiosi del Novecento attraverso la lente dell’arte, della cultura e della storia e descrive lo scorrere del mondo durante la creazione dei più grandi capolavori.

La quinta puntata di The Square in onda il 27 gennaio si apre con una mostra, quella di Tania Bruguera al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, dal titolo più che mai suggestivo La verità anche a scapito del mondo. La responsabile delle attività didattiche del PAC, Marta Ferina, ci racconta della prima personale dell’artista e attivista cubana e di questo allestimento che chiama in causa il pubblico, attraverso installazioni attivate da performer, accompagnandolo nell’esplorazione della verità.

II primo ospite in studio è il cantautore Massimo Zamboni, che ci regala in anteprima la performance live de La mia patria attuale, title track dell’album in uscita il 21 gennaio, eseguita per noi insieme al tastierista Cristiano Roversi. Zamboni viene poi intervistato da Nicolas e ci racconta del suo percorso artistico con la musica, con i CCCP e i CSI, ma anche con la scrittura confluita nel suo ultimo romanzo La trionferà, uscito per Einaudi Editore.

È la volta della rubrica in animazione Crazy Times. Gli anni più pazzi della storia dell’arte che ci porta al 1940, un anno attraversato da venti di guerra ma significativo per la storia dell’arte e la pop culture: dal “grande dittatore” a Winston Churchill, da Lucio Fontana a Bugs Bunny.

I secondi ospiti della puntata sono una coppia di fotografi, Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, che ci racconta di un progetto lungo 6 anni dedicato alla terra pugliese e a un virus, la Xylella, che ne sta distruggendo gli uliveti.

Ci spostiamo in teatro per seguire il racconto di uno spettacolo in tour in tutta Italia, Miracoli Metropolitani della compagnia Carrozzeria Orfeo. L’autore e co-regista Gabriele Di Luca ci offre il racconto di una società sull’orlo di essere invasa dalle fogne e schiacciata da un sistema sempre più inaffidabile e meschino.

Infine, come di consueto, Nicolas consiglia gli eventi più interessanti del mondo dell’arte delle prossime settimane.