Torto (M5S): “Manovra di austerità, il Paese torna indietro”

17

ROMA – “Alla fine Giorgia Meloni ha dovuto ammettere quello che ripetiamo da settimane: questo Governo ha ha deciso di fare cassa sui pensionati. Un intervento sull’indicizzazione delle pensioni che lei ha falsamente indicato come “molto alte”, ma altro non sono che pensioni di 1.700-1.800 euro al mese, con le quali spesso vivono intere famiglie. La verità è che questa manovra nasconde, neanche tanto bene, tagli su tagli. Ai lavoratori, alla sanità, alla scuola, alla ricerca, ai giovani”. Così Daniela Torto, capogruppo M5S in commissione Bilancio alla Camera.

“Il Presidente Meloni non ha avuto il coraggio di dirlo in conferenza stampa, ma le sue menzogne hanno vita breve. I cittadini sono già stanchi delle continue prese in giro di questo governo. Dove sono le ‘risorse destinate al futuro’ di cui parla? Si riferisce forse al taglio alla scuola pubblica a favore di quella privata? Alla negazione delle agevolazioni sui mutui per l’acquisto della prima casa? O forse parla delle proposte del Movimento 5 stelle sul riscatto gratuito della laurea che hanno bocciato? Questo governo ha ormai deciso chiaramente di intraprendere la strada dell’austerità, non punta sul futuro ma guarda al passato, la sua credibilità è ormai completamente compromessa. Così il Paese non va avanti”, conclude Torto.