Ucraina, Johnson-Scholz: “Trovare una soluzione diplomatica”

158

MONACO – Il primo ministro britannico Boris Johnson (foto) e il cancelliere tedesco Olof Scholz, in un incontro bilaterale tenuto oggi a margine della conferenza sulla sicurezza di Monaco, hanno concordato di “raddoppiare gli sforzi per raggiungere una soluzione diplomatica che eviti non necessari bagni di sangue” nella crisi ucraina. Lo riferisce in un comunicato il governo di Londra. I due leader hanno anche concordato che “se il presidente (russo Vladimir) Putin facesse il catastrofico errore di calcolo di violare ulteriormente la sovranità ucraina, gli alleati dovrebbero mettere in campo una risposta complessiva che colpisca al cuore gli interessi strategici della Russia”.

Johnson, dal canto suo, ha anche sottolineato come, per ridurre la minaccia della Russia a lungo termine, l’Europa deve porre termine alla sua dipendenza dagli idrocarburi russi.La Germania, Attraverso le due condotte Nord Stream e Nord Stream 2, ha importato tra gennaio e ottobre 2021 quasi 120 miliardi di metri cubi di gas dalla Russia. Le forniture di gas russo rappresentano il 32 per cento di quelle totali per il paese europeo, con il gas norvegese al 20 per cento, Le forniture russe, insomma, sono centrali nel mix energetico di Berlino, che non ritiene negli anni immediatamente a venire di poterne fare a meno.