Villammare Film Festival 2018, il programma

Villammare Film Festival 2018

Tra i protagonisti: Paolo Sassanelli, Anna Falchi, Enrico Lo Verso, Milena Miconi, Renato Carpentieri, Eva Grimaldi e Serena Autieri, Roberto Calabrese

VILLAMMARE – Sette giorni di proiezioni, oltre 120 corti in mostra, 6 lungometraggi, più di trenta ospiti di rilievo, tanta musica ed anteprime. La XVII edizione del Villammare Film Festival entra in gran spolvero tra gli eventi di fine estate. Dal 24 al 30 Agosto la kermesse, organizzata dall’Associazione Villammare Film festival – Golfo di Policastro con la collaborazione di 105 Tv e il sostegno del Comune di Vibonati e della Regione Campania, è pronta a trasformare Villammare in una cittadella del cinema.

PROGRAMMA

Si parte, venerdì 24 agosto, presso la saletta cinematografica allestita dell’Hotel Le Piane, con la visione no stop di corti internazionali dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 21.30 (ingresso gratuito). Seguirà in prima serata la proiezione della commedia “Felicissime Condoglianze” di Tom Ponti. Il 25 Agosto ancora presso l’Hotel Le Piane proiezioni no stop di corti dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Due invece le pellicole protagoniste in serata. Alle 20 l’opera prima della regista Sasha Alessandra Carlesi “Le grida del Silenzio” e alle 21.30 un’anteprima targata VFF: il film “Angeli del Sud” di Bruno Colella con Eugenio Bennato e Petra Montecorvino (un viaggio nella musica e nella cultura meridionale).

Domenica 26 agosto si aprirà invece il sipario presso la sede tradizionale del Festival in Piazza Portosalvo a Villammare. Inizierà la gara tra i corti approdati al serale e arriveranno i primi ospiti. Ad aprire ufficialmente la kermesse sarà l’attore Renato Carpentieri, vincitore del David di Donatello 2018 come miglior protagonista per il film “La tenerezza”. Un colpo prestigioso per la kermesse di Villammare.

Il conduttore e autore Gianni Ippoliti nelle vesti di regista assieme alla protagonista Fabiana Latini, presenterà fuori concorso “Corto in corto”, una riflessione sulle difficoltà organizzative dei Festival. Poi sarà la volta dell’attore Paolo Sassanelli, interprete di tanti film e fiction, che mostrerà al pubblico la sua prima opera da regista “Due piccoli italiani”. Assieme a lui l’attrice Marit Nissen.

Lunedì 27 agosto ancora film di qualità con la proiezione del labirintico thriller “Respiri” di Alfredo Fiorillo. A presentarlo sul palco arriveranno il regista, Eva Grimaldi, attrice amata dal pubblico e conosciuta per le sue numerose interpretazioni e l’attore Pino Calabrese.

Martedì 28 sarà di scena l’attrice Giulia Montanarini che presenterà fuori concorso il corto “Una semplice Verità” di Cinzia Mirabella in gara ai David di Donatello. Inoltre, arriveranno a mostrare il film “La settima onda” il regista Massimo Bonetti, volto noto per cinema e tv passato dietro la macchina da presa, e Imma Piro.

Mercoledì 29 agosto il Festival divenuto Plastic Free, perché da quest’anno è impegnato nell’utilizzo di materiale riciclabile con il sostegno diLegambiente, presenterà in concorso i corti sulle tematiche ambientali. Nella stessa serata, come avviene di solito alla vigilia della finale, spazio alle colonne sonore con uno spettacolo un pò diverso dal solito. Ospite sarà Serena Autieri che con la Sciantosa ci porterà tra le atmosfere del cafè chantant che hanno ispirato tante pellicole e storiche interpretazioni cinematografiche come quelle della Lollo, di Monica Vitti e Anna Magnani.

Grande chiusura poi il 30 agosto quando calcheranno il palco del Festival, Milena Miconi, Anna Falchi ed Enrico Lo Verso, le cui intense interpretazioni sono rimaste nella storia del cinema. Nella stessa serata anche il giovane Roberto Calabrese e l’artista Alessandra Nicita (che eseguirà in anteprima alcuni brani della colonna sonora del film “Credo in un solo padre”) e Manuela Zero. Non mancheranno i dopo cinema gastronomici tutte le sere con U Parlatorio, Da Zero e la Gelateria Da Mimì e due giurie pronte a scegliere i vincitori finali. Un’edizione scoppiettante come i fuochi d’artificio che ne suggellano ogni anno l’arrivederci alla prossima edizione.