Zaia: “Vicenza a pieno titolo città universitaria”

18

Luca ZaiaVICENZA – “Vicenza, con questa realizzazione, può definirsi a pieno titolo Città Universitaria. Anzi, è l’unica ad ospitarne tre: Padova, Verona e recentemente, lo IUAV di Venezia. Un cammino nell’alta formazione nel quale la Regione c’è fin dal 2009, con convinzione e spirito costruttivo e con un contributo complessivo da allora di 1 milione 560 mila euro, e con 40 mila euro l’anno oggi”. Lo ha detto il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, intervenendo oggi alla presentazione ufficiale del nuovo complesso universitario di Vicenza, già attivo e affollato di studenti, realizzato per stralci con un valore totale di 28 milioni di euro. L’edificio inaugurato oggi è costato 12,3 milioni.

Ai costi hanno partecipato la Fondazione Cariverona, la Camera di Commercio di Vicenza, la Provincia e l’Università di Padova. Il complesso, progettato dall’architetto Adolfo Natalini, è suddiviso in tre grandi aree: le due esterne per la didattica e un corpo centrale che funge da atrio e spazio di relazione su più livelli. Nel suo intervento, complimentandosi con gli attori dell’iniziativa, Zaia ha definito “strategico” l’intervento e ha ricordato che ogni euro speso ne genera sei di Pil.

“Si tratta di una risposta strutturale anche al cosiddetto fenomeno della fuga dei cervelli – ha aggiunto il Governatore – per il quale attendiamo con interesse una ricerca approfondita commissionata alla Fondazione Nordest. Un lavoro chirurgico, per capire, ad esempio, se i ragazzi vanno all’estero per scelta o per necessità, dove vanno, perché, a quali realtà economiche e stipendiali si rivolgono. Vogliamo vedere i numeri giusti per avere finalmente un responso del fenomeno sul piano qualitativo”.

“Nel futuro dell’Università – ha aggiunto Zaia – un posto privilegiato dovrà averlo l’intelligenza artificiale, e questo è un cambiamento storico già in atto che tutti, in spirito di squadra, dobbiamo accompagnare anche grazie a strutture moderne come questa e allo sviluppo del sapere di rango elevato che vi si insegna”. Nel corso della mattinata è stata anche ricordata la figura dell’avvocato Lorenzo Pellizzari, scomparso nel 2021, che fu il promotore del primo insediamento dell’Università di Padova a Vicenza.