Zurigo, eventi e nuove aperture: il programma 2023

4

SCHWEIZ ZUERICH CARNEVAL

ZURIGO – Subito dopo il magico periodo natalizio, Zurigo dà il benvenuto al nuovo anno con una serie di appuntamenti e inaugurazioni che fanno presagire un 2023 molto stimolante per tutti coloro che vorranno visitare la città più internazionale della Svizzera.

Dal 7 gennaio (fino al 25 febbraio) la Winter Arena accoglie i visitatori alla Stazione Centrale di Zurigo, portando un tocco di vacanza sulla neve direttamente in centro città. All’interno di questa installazione ci si può liberare dal “mood” urbano e perdersi nel bosco cittadino, assaggiare prelibatezze locali oppure entrare nella sala sportiva, dove vengono trasmesse anche le gare degli sport invernali in diretta. Per abbandonarsi completamente all’atmosfera di montagna, consigliamo di gustare una calda e cremosa fonduta all’interno dello splendido chalet alpino-chic, costruito con legno vecchio di oltre 100 anni che costituisce il cuore della Winter Arena.

Sempre in zona Stazione Centrale è partita recentemente un’iniziativa di Zurigo Turismo che propone un itinerario tra le attività commerciali e artigianali locali. La visita guidata “Made in Zurich” offre infatti incontri con i creatori dei prodotti originali locali, di design e non solo, all’interno del giovane quartiere che abbraccia la stazione. Dalla crema di bellezza di culto alla macchina del caffè di tendenza, in città si realizzano prodotti che stupiscono a livello internazionale per innovazione, design, funzionalità e qualità. Durante questo tour guidato attraverso uno dei più moderni e riqualificati quartieri della città che comprende la Zollstrasse, la Europaalle e il Negrellisteg, i partecipanti possono scoprire una selezione di prodotti zurighesi, realizzati con passione e genialità da professionisti che, non di rado, si possono incontrare direttamente.

Dal 2 al 5 febbraio l’appuntamento è con Art on Ice. Di casa all’Hallenstadion di Zurigo, il gala fonde pattinaggio artistico ai massimi livelli e musica dal vivo di stelle internazionali, rendendo lo show un evento memorabile per grandi e piccini. In passato, vincitrici olimpiche e campioni del mondo e d’Europa hanno incontrato star del calibro di Leona Lewis, Nelly Furtado e James Morrison, per citarne solo alcuni.

Sempre a febbraio, dal 23 al 26, la tradizionale Guggenmusik (musica da banda), ci introduce allo ZüriCarneval, fatto di bancarelle e sfilate, diffondendo un’atmosfera di festa in tutta la città. Momento clou dell’evento sarà un “Monster concert” il sabato sera in una tensostruttura nel Münsterhof dove tutte le Guggen (bande musicali) suoneranno musica dal vivo. Domenica mattina una Jazz-Matinée e domenica pomeriggio una parata con le varie Guggen, con vari gruppi di danza, vivacizzeranno invece il centro città.

Ma Zurigo, si sa, è anche un luogo dove l’arte è sempre di casa. Nei primi mesi dell’anno con “Klimt’s Kiss – Playing with Fire” ci si può immergere letteralmente nelle opere di Gustav Klimt (1862-1918), noto come “pittore di donne”. In un emozionante viaggio nella Vienna fin-de-siècle, ci si interroga sulla vita e sul lavoro di Klimt da una prospettiva femminile. Qui i ricordi di Emilie Flöge, sua compagna e musa, si condensano gradualmente in un’impressionante testimonianza di una straordinaria storia d’amore che raggiunge il suo apice nel ritratto più famoso dell’artista: “Il bacio”, raffigurante Emilie Flöge in un eterno abbraccio con Gustav Klimt.

A Zurigo il 2023 è un anno dedicato anche a novità e aperture nell’ambito sia gastronomico che alberghiero.

Nel mondo della ristorazione segnaliamo il ristorante IGNIV, location che fa dello «sharing gourmet» la sua filosofia e che ha appena ricevuto la seconda stella Michelin ad ottobre 2022. Il Kasa Kaisin Talacker, è invece un locale decorato in modo minimal che dall’esterno potrebbe sembrare un caffé in stile nordico mentre all’interno vengono servite delle Poke Bowls. Chicca interessante: da inizio 2023 ogni lunedì sera vengono organizzate lezioni di Yoga nel locale, alla fine delle quali ci si può fermare per una cena hawaiana. A fine 2022 ha aperto il ristorante cinese, Lè Cuisine (LE in cinese significa « Felicità ») molto autentico, con cibo regionale della zona di Shanghai, da dove vengono i proprietari e lo chef. Il Ristorante Neumarkt (Bistro e Caffé) è invece un nuovo ristorante svizzero aperto a novembre 2022 nella città vecchia, sulla pittoresca viuzza chiamata Neumarkt. Per finire il ristorante Lindenhofkeller, appena sotto al Lindenhof, è un altro ristorante di cucina svizzera che ha riaperto il 28 dicembre 2022. Completamente rinnovato, ora è gestito dallo Chef Sebastian Roesch, molto conosciuto in Svizzera con 17 punti Gault Milleau.

Per quanto riguarda il settore alberghiero per il 2023 da segnalare l’apertura a marzo dello Small Luxury Hotel Ambassador, un Hotel 4 stelle superior in un edificio in stile neo-barocco, con arredamento contemporaneo situato appena dietro L’Opera, in una posizione ideale per esplorare la città. Da non perdere la bella terrazza sul tetto dalla quale si può godere di una bella vista sul lago. L’Hotel FIVE, aperto il 1 luglio 2022 è invece un hotel per “festaioli”. Come per l’omonimo hotel FIVE a Dubai, anche a Zurigo viene riproposto il concetto di food & drinks outlets, discoteca, rooftop e piscina dove in estate vengono organizzati spettacolari pool parties. Infine da segnalare l’ Hotel Neues Schloss Privat Hotel, un Autograph Collection Hotel. Aperto solo da un anno circa è un Hotel 5 stelle di design & lifestyle. L’albergo si trova in un edificio in stile Art-Deco degli anni 30’, dove lusso e un’atmosfera rilassata si abbinano con ottimi servizi di concierge.

Il 2023 sarà per Zurigo un anno ricco di appuntamenti, con un occhio particolare alla sostenibilità ambientale anche attraverso i consigli pratici di Zurigo Turismo per rendere il soggiorno in città il meno impattante possibile. Partendo proprio dall’arrivo in treno (3 ore circa da Milano) e poi attraverso l’utilizzo di bici a noleggio, il soggiorno e la mobilità in città diventano sostenibili anche grazie al capillare servizio di mezzi pubblici e con la Zürich Card che permette sia di spostarsi sia di poter usufruire di sconti e promozioni in diversi musei ed esercizi commerciali.