Bilancio positivo per il Falaut Campus 2016

Falaut Campus 2016SALERNO – L’imponente macchina del Falaut Campus, alla sua sesta edizione, ha spento i suoi roboanti motori sabato 6 agosto, registrando enorme consenso da parte degli oltre 400 musicisti intervenuti – tra docenti invitati e studenti iscritti – provenienti da 13 diversi Paesi del mondo, numeri mai registrati prima d’ora da nessun’altra Accademia estiva italiana.

Per questo motivo grandissima soddisfazione è stata espressa dall’indefesso macchinista Salvatore Lombardi che, ardimentoso nocchiero, anche quest’anno, con determinazione, coraggio e caparbietà ha guidato il suo fedele equipaggio organizzativo per condurre in porto l’allegra corazzata musicale, traboccante di entusiasmo, condivisione, esperienze eterogenee, talento e proficua collaborazione.

Il Campus, ospitato per il terzo anno consecutivo nell’immensa e funzionale struttura dell’Università degli Studi di Salerno, si è articolato in lezioni, seminari, showcase, conferenze ed esclusive masterclass tenute da illustri solisti, nonché in concerti serali di particolare prestigio che hanno reso ancor più memorabile l’intera manifestazione.

In particolare, le varie attività sono state gestite da docenti di indiscutibile autorevolezza artistica e fra i più accreditati professionisti del mondo della musica, tra i quali: Davide Formisano, Jean-Claude Gérard, Paolo Taballione, Francesco Loi, Andrea Oliva, Christina Fassbender, Matteo Evangelisti per il flauto; Giulio Tampalini (Art Director Italian Guitar Camp), Ermanno Bottiglieri, Massimo Delle Cese, Marco Salcito, Marco Cianchi, Antonio Rugolo per la chitarra; Dorotea Vismara per la viola, Ilie Ionescu per il violoncello, Gabriele Ragghianti per il contrabbasso ed Elisabetta Scano per il canto.

“Questa straordinaria Accademia estiva, che in un sol colpo ha spazzato via ogni barriera di scuole, appartenenza, provenienza, diversità strumentali, è un balsamo di felicità musicale per vivere un sogno di mezza estate”. E’ questo il commento di Filippo Michelangeli, direttore responsabile di Suonare News, presente all’ultimo concerto serale della manifestazione presso il Teatro d’Ateneo.

Un sogno che si concretizza nel “fare musica, imparare, insegnare e condividere una passione che quando la contrai da giovane non ti abbondona più per tutta la vita”, ha inoltre aggiunto il musicista forlivese, primo vero grande sostenitore del progetto editoriale Falaut, nonché amico storico del M° Lombardi.

Il Campus, organizzato dall’Associazione Flautisti Italiani e patrocinato dall’Ateneo salernitano, si è svolto dal 1° al 6 agosto, in collaborazione, a vario titolo, con le riviste di settore Falaut, Suonare news, Seicorde.