Collezione Salerno Arte: esposte due opere di Maurizio Ruzzi

I lavori dell’artista di Loreto Aprutino (PE) saranno messe all’asta per Beneficenza

Ruzzi e Salerno - Distorsione e Salto

L’iniziativa è stata proposta da Salvatore Salerno all’amico e artista Maurizio Ruzzi di Loreto Aprutino, località dell’Abruzzo balzata in questi giorni alle cronache nazionali per le tristi vicende legate al terremoto e alle abbondanti nevicate.

L’ing. Salerno espone nella sua collezione privata due opere dell’artista conosciuto nel 1998 a Firenze, periodo in cui Ruzzi esponeva in una personale alla Ken’s Art Gallery. Ruzzi si è dimostrato particolarmente sensibile e entusiasta dell’idea.

Verranno quindi messe all’asta le opere “Distorsione” e “Salto” entrambi in tecnica mista su tela, 70×100 cm del 2016. L’ing. Salerno ricorda e ripropone, con riferimento a quanto sta avvenendo nel centro Italia, il titolo della mostra che Ruzzi fece all’Hollywood di Milano il 3 maggio 2011 alla quale erano presenti i giocatori dell’AC Milan tra cui Oddo e lo stesso Galliani: “Blackout – non siamo al momento raggiungibili”.

Esposte nella sala Collezione Salerno Arte e facenti parte della Mostra “anARTomy”, corpo versione bellezza, inaugurata dalla M Contemporary art gallery il 16 dicembre 2016 e tuttora visitabile al Centro Commerciale-Direzionale Pieve Center di via Plauto 1/A a Reggio Emilia.

Le opere saranno messe all’asta e, come conferma l’ing. Salerno, il ricavato sarà devoluto alla “Fondazione Operation Smile Italia Onlus”, presieduta dall’amico Santo Versace, per attività rivolte al centro Italia.

L’idea di una collaborazione con la Fondazione è nata a seguito dell’iniziativa “Ti ‘Prelievo’ un sorriso” che, giunta alla sua 4° edizione e apprezzata dallo stesso Versace, Salerno ha organizzato come Presidente del Comitato “Premio Campione del Primo Tricolore”, per i piccoli pazienti del Reparto di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera-IRCCS del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, in occasione della festa nazionale del Tricolore del 7 di gennaio.