Franceschini alla Conferenza Generale dell’Unesco: “La cultura protegge l’umanità”

PARIGI – Proteggere la cultura e il patrimonio materiale e immateriale significa “proteggere l’umanità”: lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, intervenendo alla 39esima sessione della Conferenza Generale dell’Unesco. “La cultura – ha aggiunto – è l’eredità del passato, nostra responsabilità è trasmetterla alle generazioni future”.

Dal grande palco dell’organizzazione Onu con sede a Parigi Franceschini ha poi aggiunto che oggi più che mai bisogna “credere nel ruolo dell’Unesco”, l’unico organismo internazionale che promuove i valori universali attraverso Scienza, Educazione e Cultura, nonostante la recente crisi dovuta all’annunciata uscita degli Usa e di Israele.

Ha infine reso omaggio alla direttrice generale uscente, Irina Bokova – che ha recentemente accettato il suo invito ad entrare nel consiglio di amministrazione del Parco Archeologico del Colosseo – e augurato buon lavoro alla futura direttrice generale e “amica”, Audrey Azoulay.