L’IED ai Brera Design Days: Cos’è la Gamification e a cosa serve?

Due giorni di incontri e workshop aperti al pubblico e dedicati ai bambini, sul tema dei videogames

brera-design-days

MILANO – IED – Istituto Europeo di Design a Milano, in occasione del Design City Milano, sarà tra i main partners dell’evento Brera Design Days, sabato 1 e domenica 2 ottobre presso la Mediateca Santa Teresa di Milano, con un Corso di Formazione Avanzata in Gamification & Engagement Design.

I riflettori saranno puntati su un macrotema che da tempo anima il dibattito contemporaneo, riguardo le nuove tecnologie. I videogiochi sono oggi la forma primaria d’intrattenimento, e rappresentano straordinari tools per motivare gli individui e indurre comportamenti e stati d’animo.

La due giorni organizzata da IED in Mediateca ospiterà un totale di 40 relatori per 14 panel, workshop aperti al pubblico e dedicati ai bambini. Il coordinamento scientifico è affidato a Fabio Viola, engagement scientist italiano che ha raggiunto il terzo posto nella classifica mondiale dei Gamification Designer.

“I videogiochi ormai travalicano la dimensione ludica diventando lenti attraverso cui leggere la quotidianità. In questa due giorni, organizzata e promossa da IED Milano, affronteremo 4 macro argomenti con alcune delle persone che stanno ri-immaginando le nostre esistenze – commenta Fabio Viola, Coordinatore del Corso di Formazione Avanzata in Gamification & Engagement Design e TOP 3 Gamification GurusIncontreremo le “donne dei videogiochi”, i visionari della realtà aumentata e virtuale, scopriremo come il gaming sia e possa essere uno strumento a disposizione delle istituzioni culturali e infine assegneremo gli Italian Gamification Awards”.

Durante gli appuntamenti dell’1 e 2 ottobre, gli ospiti di IED affronteranno il tema da vari punti di vista. Contrariamente a quanto si immagina, ad esempio, i videogiochi non sono una cosa per soli uomini e la novità sta nella prospettiva totalmente femminile da cui si partirà, grazie alla presenza di alcune donne, esperte del settore, in Italia e non solo: Simona Portigliotti – Senior Brand Manager Nintendo Italia, Sara Tassari – Strategic Partner Manager Games (EMEA), Alessandra Contin – giornalista La stampa- e l’illustratrice Erika Accossato che si esibirà in una live art performance, realizzando un artwork del gioco RedOut.

Nella serata di domenica 2 ottobre, a partire dalle ore 17.30, avrà luogo inoltre, la tavola rotonda GAMIFICATION, il primo evento del settore, patrocinato da Unione Nazionale Consumatori. Una serata gratuita e aperta al pubblico con l’obiettivo di fare networking ed ascoltare le testimonianze di aziende e professionisti.

“La dimensione ludica caratterizza sempre di più il rapporto tra consumatori e imprese, aspetto di cui un’associazione come la nostra, la più antica in Italia ma con un occhio rivolto al nuovo che popola il nostro quotidiano, non può non tenere conto – afferma il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano DonaLe aziende, infatti, utilizzano nuove tecniche di gamification per ingaggiare un consumatore che vediamo, da un lato più smaliziato di fronte ad alcune lusinghe del marketing, ma che, d’altro canto, non rinuncia al suo coinvolgimento attivo nel gioco del consumo. Siamo ben lieti di patrocinare gli Italian Gamification Awards -conclude Dona- nella convinzione dell’importanza di portare il punto di vista dei consumatori nel mondo del Gamification Design che sarà tra i temi del nostro “Premio Vincenzo Dona” (Roma, 18 Novembre, Teatro Argentina), il più importante evento sui consumi nel panorama italiano”.