Siria: bombardato e occupato il villaggio SOS di Damasco

Tutti i bambini e i ragazzi sono salvi: erano stati evacuati qualche ora prima

Damasco

MILANO – Dopo l’intensificazione dei bombardamenti a Damasco, SOS Villaggi dei Bambini in Siria ha evacuato 156 bambini e 46 ragazzi dal Villaggio di Damasco.

Il Villaggio SOS è stato poi bombardato e occupato dalle forze militari. Così SOS Villaggi dei Bambini esprime la sua preoccupazione per l’occupazione del Villaggio SOS Damasco da parte dei militari, dopo i bombardamenti:

“I nostri Villaggi SOS sono riconosciuti in tutto il Mondo come rifugi sicuri per i bambini, in cui trovano un ambiente familiare, amorevole e protetto. Come organizzazione non governativa, SOS Villaggi dei Bambini rispetta i principi di neutralità e di imparzialità ma difende i diritti inalienabili dei bambini nel crescere in un ambiente sicuro e protetto. Abbiamo lavorato qui più di 30 anni per fornire assistenza e protezione ai bambini vulnerabili in Siria e continueremo a farlo”.

Carsten Völz, capo Ufficio Operazioni di SOS Villaggi dei Bambini Internazionale ha dichiarato: “SOS Villaggi dei Bambini invita tutte le parti del conflitto siriano a rispettare i diritti dei bambini”.

Questa la testimonianza di un’educatrice del Villaggio di Damasco: “Ci sono stati combattimenti nella zona intorno al nostro Villaggio SOS. É stato spaventoso e abbiamo fatto tutto il possibile per riuscire a distrarre i bambini dal fragore delle bombe. Li abbiamo fatti giocare e cantare, li abbiamo fatti disegnare. Poi la decisione di scappare. Ai bambini abbiamo detto che saremmo andati in una nuova casa. Sapere che il Villaggio dove eravamo è stato bombardato dopo poco tempo ci ha fatto capire che avevamo preso la decisione giusta. Il nostro obiettivo è la sicurezza dei nostri bambini. Erano in pericolo. Non potevamo fare altrimenti. Cosa mi auguro? La pace”.

SOS Villaggi dei Bambini è la più grande organizzazione a livello mondiale, impegnata nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle. Nasce nel 1949 e, ad oggi, è la sola Associazione che ha la capacità di accogliere, all’interno dei suoi Villaggi SOS, 86.200 bambini, ai quali garantisce istruzione, cure mediche e tutela in situazioni di emergenza.

Promuove programmi di supporto alle famiglie in stato di necessità ed è presente in 134 paesi e territori nel mondo, dove aiuta quasi 2.000.000 di persone. In Italia è membro dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza e aiuta 336 bambini e ragazzi e le loro famiglie, per un totale di 537 persone.

Lo fa attraverso 7 Villaggi SOS – rispettivamente a Trento, Ostuni (BR), Vicenza, Morosolo (VA), Roma, Saronno (VA) e Mantova – e un Programma di rafforzamento familiare a Torino, rivolto alle famiglie in stato di necessità. Sostiene, inoltre, il Centro Estivo Internazionale SOS di Caldonazzo (TN).

INFO: www.sositalia.it