100 anni di Fellini, a Rimini concerti e incontri verso il Museo

RIMINI – La fascinazione per il mistero, l’interrogazione sulla trascendenza, l’attrazione per l’altrove nel cinema di Federico Fellini: è il filo conduttore del week end d’avvio di un cartellone dedicato a Rimini al regista nel centenario della nascita, con 25 appuntamenti in due mesi, e che culminerà all’inizio del 2021 con l’inaugurazione del Museo internazionale Federico Fellini.

Venerdì 9 ottobre al cinema Fulgor sarà Igort, uno dei più apprezzati fumettisti italiani e direttore di ‘Linus’, a raccontare il ‘suo’ Fellini, una ‘devozione’ che lo ha portato a reinventare con altri quattro disegnatori alcune famose locandine felliniane: cinque tavole originali realizzate per il Museo Fellini e presentate in anteprima a Rimini. Sabato 10 il Museo della città ospiterà un convegno su ‘Fellini e il Sacro’ e un dialogo con Pupi Avati, mentre il 27 ottobre alla Cineteca comunale prenderà il via una rassegna su Fellini e la psicanalisi, con tre film – ‘Il Bidone’, ‘Le tentazioni del dott. Antonio’, ‘E la nave va’ – commentati da psicoanalisti. Una sezione del programma sarà dedicata, dal 30 ottobre, alla presentazione di libri e di progetti di ricerca dedicati all’opera di Fellini e alla sua eredità artistica.

Il teatro Galli animerà il suo palcoscenico con alcuni spettacoli ispirati all’arte visionaria di Fellini: in particolare sabato 31 ottobre, nel giorno del 27esimo anniversario della scomparsa del regista, andrà in scena un omaggio con le melodie di Nino Rota eseguite da Federico Mondelci & Le Muse Ensemble. Anche ‘Amarcort Film Festival’, come tutti gli anni, dedicherà una parte del proprio programma a Fellini: il 24 novembre al cinema Fulgor il fumettista Milo Manara riceverà il premio ‘Un felliniano nel mondo 2020’. Dall’amicizia tra Manara e Fellini presero vita due capolavori del fumetto mondiale: ‘Viaggio a Tulum’, edito per la prima volta in sei puntate sul Corriere della Sera nel 1986, e ‘Il viaggio di G. Mastorna detto Fernet’, del 1992.