4 imprese su 10 usano la connessione fissa veloce o ultra veloce

ROMA – 4 imprese su 10 utilizzano una connessione internet fissa veloce o ultra veloce. E’ quanto emerge da un report dell’Istat relativo al 2019. Secondo i dati dell’istituto di statistica il 16,1% delle imprese manifatturiere ha un livello di digitalizzazione alto o molto alto. Le imprese con almeno 10 addetti che utilizzano tutte le misure minime di sicurezza Ict, inoltre, sono il 70,2%, mentre quelle che impiegano esperti Ict all’interno dell’azienda, inoltre, sono il 16%.

Il 41% delle imprese con almeno 10 addetti, prosegue Istat, utilizza una connessione ad almeno 30 Mbps, in netto aumento rispetto al 13,5% del 2015. Il 13,8%, invece, utilizza una connessione ad almeno 100 Mbps (6,2%). Sulla base di nuovi indicatori, spiega Istat, risulta che a profili di digitalizzazione più evoluti delle imprese si associa, in media, un livello di produttività del lavoro più elevato.

Il 49,9% di addetti utilizza un computer connesso a internet per svolgere il proprio lavoro, rispetto al 47,6% del 2018. L’intensità di utilizzo della connessione mobile riguarda il 25% degli occupati nelle imprese con almeno 10 addetti (22,8% nel 2018).Tra le imprese con 10-49 addetti, circa sei su dieci (59%) dichiarano di utilizzare connessioni mobili per l’attività lavorativa e di fornire, a tal fine, dispositivi portatili al 19,9% della propria forza lavoro, rispetto al 18,1% del 2018). La quota sale fino al 29,5% tra i lavoratori delle imprese di maggiore dimensione, queste ultime nel 95,3% dei casi dichiarano di utilizzare connessioni mobili per l’attività lavorativa.

Nel complesso, prosegue Istat, il 49,9% di addetti utilizza un computer connesso a internet per svolgere il proprio lavoro (47,6% nel 2018). L’intensità di utilizzo della connessione mobile riguarda il 25,0% degli occupati nelle imprese con almeno 10 addetti (22,8% nel 2018). Tra le imprese con 10-49 addetti, circa sei su dieci (59%) dichiarano di utilizzare connessioni mobili per l’attività lavorativa e di fornire, a tal fine, dispositivi portatili al 19,9% della propria forza lavoro (18,1% nel 2018). La quota sale fino al 29,5% tra i lavoratori delle imprese di maggiore dimensione, queste ultime nel 95,3% dei casi dichiarano di utilizzare connessioni mobili per l’attività lavorativa.