Amore platonico o amore sensuale? Il rischio del lockdown è il crollo demografico

MILANO – Ad essere maggiormente penalizzate dal lockdown sono le famiglie monoparentali. La loro è una situazione oggi abbastanza diffusa che – con la circostanza del confinamento dovuto alle misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus – diventa sempre più insopportabile. A metterlo in rilievo è ByParent.com, il sito di incontri per genitori single in cerca di nuove emozioni, che proprio in questo periodo sta registrando un inaspettato boom di iscrizioni.

Amore platonico o amore sensuale? Ai tempi del Coronavirus, grazie alle nuove tecnologie e ai siti di incontri le due cose possono coincidere: si inizia da una conoscenza platonica e poi – in tempi di lockdown – la relazione può prendere una piega più tangibile attraverso il sesso a distanza via chat e webcam. E chi lo ha sperimentato racconta di sensazioni più belle, più intense e più appaganti rispetto al corteggiamento ed al sesso tradizionale.

«Nonostante la sempre maggiore diffusione delle famiglie monoparentali, il genitore single ha ancora oggi maggiori difficoltà a conservare i rapporti sociali preesistenti o ad instaurarne dei nuovi e viene sovente escluso ed emarginato. Per questo ha un minore livello di resilienza difronte ad un evento quale può essere il lockdown voluto dal governo e si spiega così l’aumento di iscrizioni e di attività sul nostro portale», commenta Alex Fantini, ideatore di ByParent.com.

Lo stress da Coronavirus è in aumento e riguarda ormai il 68% degli italiani. Ma ad esserne maggiormente colpiti -secondo quanto ha potuto appurare ByParent.com – sono proprio i genitori single: l’80% delle donne e il 92% degli uomini.

Per loro il lockdown è ancora più insopportabile e per riuscire a superare questo momento in molti hanno fatto ricorso a ByParent.com. «Forse non tanto con lo scopo di creare fin da subito nuove coppie quanto con il fine -in primo luogo- di divagarsi e riuscire così ad affrontare gli eventi stressanti e traumatici legati alla Sindrome da Coronavirus, trovando un aiuto per riorganizzare in maniera positiva la loro vita dinanzi a questa nuova difficoltà, senza più sentirsi isolati o svantaggiati dalla propria situazione», puntualizza Alex Fantini.

Non solo: «Soprattutto per le donne il blocco maggiore che non consente di cercare serenamente un nuovo compagno sta nel fatto che esse credono fortemente di non poter riuscire a trovare qualcuno che possa accettare la loro situazione. Ma non è affatto così», sostiene Alex Fantini.

E vero è infatti che un recente sondaggio condotto da ByParent.com su un campione di 2mila uomini di diverso stato civile, in una fascia di età compresa tra i 34 ed i 65 anni, ha messo in evidenza che il 92% degli uomini non hanno preclusioni a conoscere una donna single con uno o più figli.