Attentato alla sinagoga di Roma, il ricordo di Mara Carfagna

14

ROMA – “Il 9 ottobre 1982 cinque terroristi palestinesi di al-Fatah spararono con le mitragliatici davanti al Tempio di Roma il giorno della benedizione dei bambini uccidendo Stefano Gaj Taché, due anni. Quaranta persone furono ferite. Il più grave attentato dal dopo guerra contro la Comunità ebraica di Roma è ancora impunito”.

E’ quanto afferma su Facebook la ministra per il Sud, Mara Carfagna (foto), in occasione del trentanovesimo anniversario dell’assalto alla sinagoga di Roma.