Benzina: Faib Confesercenti, “I gestori sono parte lesa”

13

ROMA – I gestori sono “parte lesa” negli aumenti dei carburanti, secondo Faib Confesercenti, visto che i dati del ministero dell’Ambiente confermano rincari in linea con il ripristino delle accise, nella prima settimana dell’anno. “Invece di alimentare polemiche, governo convochi il ‘tavolo di crisi’ per soluzioni strutturali”, è la richiesta della Federazione dei benzinai in una nota.

“Quando c’è un problema lo si affronta con i protagonisti del settore e non con le polemiche e le accuse generiche che servono solo ad alzare polveroni per coprire responsabilità e finalità politiche diverse”, dice il presidente di Faib, Giuseppe Sperduto.

Intanto il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, e il comandante generale della Guardia di Finanza, generale Giuseppe Zafarana, hanno avuto una riunione con la premier Giorgia Meloni. Sul tavolo del vertice, l’incremento dei prezzi dei carburanti e, secondo quanto sottolineato da Palazzo Chigi, “ogni possibile ulteriore azione di contrasto alle speculazioni in atto”.