Boccia su Inps e commessa Comdata: “È opportuno accendere i riflettori sulla vicenda”

ROMA – “È opportuno accendere i riflettori sulle caratteristiche della commessa Inps-call center aggiudicata a Comdata perché la vicenda sta assumendo contorni sempre più incomprensibili. Chiederò formalmente alla Ministra del lavoro, Nunzia Catalfo, e al Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, di approfondire rigorosamente gli effetti della gestione della commessa oggetto dell’interrogazione parlamentare annunciata per il Partito Democratico dall’on. Stefania Pezzopane”.

Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, arrivando a Montecitorio, ha commentato l’interrogazione parlamentare presentata dall’on. Pd, Stefania Pezzopane.

“Appare sempre più evidente – aggiunge – che non può essere consentito ad alcun ente pubblico di scaricare il taglio dei costi delle commesse sulla condizione dei lavoratori calpestando anche le clausole sociali nelle regioni oggetto del servizio commissionato da Inps, come Abruzzo, Puglia e Lazio”.