Bonaccini: “Giusto obbligo vaccino over 50, la stretta c’è”

24

BOLOGNA – L’obbligo vaccinale dai 50 anni in su “è una precauzione forte, ma io credo giusta ed efficace”. Questo il giudizio del presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, secondo il quale si da’ un “segnale di stretta rispetto a chi non si vuole vaccinare”. Il governatore del Pd commenta su Radio 24 le misure varate dalla cabina di regia e ora al vaglio del Consiglio dei ministri.

“Da settimane – ricorda Bonaccini – chiedevo l’obbligo vaccinale o il super green pass in tutti i luoghi di lavoro. Si poteva semplificare, introducendo il super green pass in tutti i luoghi di lavoro, ma in ogni caso e’ una misura decisa il fatto che sopra i 50 anni o sei vaccinato oppure non puoi andare ne’ al lavoro ne’ a fare altro”, commenta Bonaccini.

Tuttavia, stando a quanto apprende l’Adnkronos, sul tavolo del consiglio dei ministri resta anche l’ipotesi di estendere l’obbligo vaccinale a tutti i lavoratori, come chiesto dal Pd. Ipotesi su cui sarebbe intervenuto, riferiscono, lo stesso premier Mario Draghi, che starebbe valutando se prevedere l’obbligo per gli over 40 anziché per gli over 50, come previsto nella bozza arrivata dalla cabina di regia e come proposto dal ministro della Salute Roberto Speranza.