Bonfrisco: “Anticipare al 16 marzo la ratifica del Mes è inaccettabile per l’Italia”

on anna bonfrisco

“Mentre l’Italia chiede all’Ue interventi concreti per far fronte all’epidemia di Coronavirus Covid-19, che si sta comunque allargando all’intero continente, i ministri delle Finanze riuniti nell’Eurogruppo parlano della riforma del Mes (Meccanismo europeo di stabilità), il cosiddetto fondo salva-Stati, dimostrando così quanto le politiche europee siamo distanti dalle reali esigenze dei popoli”.

Lo afferma l’eurodeputata della Lega Anna Bonfrisco (Identità e Democrazia), membro della Commissione Bilancio, che aggiunge: “La decisione del Parlamento europeo di anticipare al 16 marzo la ratifica del Mes, prevista per aprile, è inaccettabile per l’Italia, che in questi giorni sta lottando contro il tempo, tra mille difficoltà, per arginare una crisi che non è solo sanitaria ma anche sociale e soprattutto economica”.

“La Lega è fortemente contraria a questo meccanismo – rimarca Bonfrisco – che valuta i Paesi sulla base del rapporto tra debito pubblico e Pil e che di fatto porterebbe a condizioni durissime per le nostre imprese e per tutti i risparmiatori nel caso l’Italia dovesse chiederne il supporto, con il rischio di indebolire la propria sovranità economica. Tutto questo – conclude l’esponente del Carroccio – mentre l’emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio il nostro Paese, il suo welfare e la sua sicurezza”.