Carlo Conti: “Spero che nel 2021 torneremo ad abbracciarci”

55

affari tuoi carlo contiFIRENZE – “Spero che il 2021 sia un anno in cui ci si possa tornare ad abbracciare, ci si possa tornare a stringere la mano quando ci si incontra, e capire se quando incontri qualcuno ti sta sorridendo oppure no”. E’ l’augurio di Carlo Conti, che ha parlato a margine di un’iniziativa al punto vendita Coop.Fi di Novoli, a Firenze, nella quale ha fatto una donazione per la campagna di crowdfunding a sostegno del MadLab di Tls, i cui ricercatori sono impegnati nella ricerca sugli anticorpi monoclonali.

“Ho avuto il Covid – ha ricordato il conduttore – e ho capito che, al di là del vaccino, è importante anche per chi lo prende avere una medicina che ti aiuta a curarlo. La ricerca è importantissima, è fondamentale ed è per questo che oggi sono qui”.

Quindi, ha aggiunto Conti, anche se “l’umanità non impara sempre qualcosa dalle cose peggiori”, con la pandemia “credo che abbiano tutti capito quanto sia importante investire nella ricerca e quanto siano importanti invece certi piccoli gesti che diamo per scontati tutti i giorni, come darsi la mano, fare un sorriso, gesti che in questo periodo ci mancano molto”.