CNA: “Apprezziamo il ritorno del Turismo al ministero dei Beni culturali”

ROMA – CNA apprezza il ritorno della delega del Turismo al ministero dei Beni culturali realizzato con l’approvazione del Dl sul riordino dei ministeri. Una scelta che può permettere l’integrazione tra turismo e cultura di cui l’Italia, che vanta oltre 50 siti Unesco, ha bisogno per valorizzare le proprie potenzialità nel settore.

Per CNA questa decisione è coerente con gli obiettivi di sviluppo in modo integrato delle aree strategiche di attrazione turistica, dei relativi prodotti e delle destinazioni emergenti, contenuti nel Piano strategico di sviluppo del turismo 2017/2022, che potrà favorire l’accrescimento delle competenze e il rafforzamento dell’attrazione del marchio Italia.

CNA è disponibile, anche attraverso la partecipazione al Comitato permanente per la promozione del turismo in Italia, a contribuire alle politiche nazionali, regionali e territoriali del turismo mirate al raggiungimento degli obiettivi strategici per il settore.