Cna: “Rimandare i versamenti relativi alla dichiarazione dei redditi perlomeno fino al 16 ottobre”

ROMA – “È ormai prossima la scadenza al 20 luglio 2020 dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, dell’Iva e dell’Irap relative ai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Indici sintetici di affidabilità fiscale nonché quelli in regime forfetario o in regime di vantaggio.

Le imprese incontrano serie difficoltà nell’adempiere alla corretta liquidazione delle imposte dovute. La gestione dei provvedimenti legati all’emergenza – dalla sospensione dei versamenti periodici al rinvio a fine giugno dell’approvazione dei bilanci delle srl – ha, infatti, assorbito l’attenzione di imprese e intermediari, generando enormi ritardi nella determinazione delle imposte predette.

La proroga stabilita dal Dpcm 27 giugno 2020 è assolutamente insufficiente, tuttavia concede al legislatore il tempo necessario per approvare una norma che sposti a dopo l’estate il termine di versamento delle imposte. Per evitare l’affollamento dei versamenti già previsti per settembre, la proroga dovrebbe essere disposta almeno al 16 ottobre 2020”. Lo si legge in un comunicato della CNA.