Confagricoltura Lazio: necessarie misure urgenti per il settore ovicaprino

pascolo ovini

Ricotta: “Va sostenuto un progetto di tracciabilità del latte ovino volto a valorizzare e promuovere la qualità e tipicità del prodotto”

ROMA – “Va sostenuto, anche ai tavoli nazionali, un progetto di tracciabilità del latte ovino volto a valorizzare e promuovere la qualità e tipicità del prodotto. È urgente proteggere gli interessi dei produttori laziali, anche e soprattutto nell’ambito dei consorzi di tutela (Consorzio del Pecorino Romano, Consorzio della Ricotta Romana e Consorzio dell’Abbacchio Romano IGP)”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Lazio, Sergio Ricotta, che ha evidenziato come il comparto ovicaprino sia fondamentale per l’economia del Lazio, terza regione in Italia per numero di capi.

“Occorre riorganizzare il settore produttivo – ha proseguito Ricotta – iniziando da un piano di tracciabilità; serve poi una strategia di sistema, capace di integrarsi con la parte industriale, per permettere di rilanciare le produzioni, fissando obiettivi di quantità e qualità. In questo senso è fondamentale ridefinire un percorso comune per riaprire la trattativa del prezzo del latte”.

“Il nostro auspicio – conclude Ricotta – è di giungere, con il sostegno e la collaborazione dell’assessore regionale all’Agricoltura Enrica Onorati, ad un programma concreto affinché anche questo comparto produttivo possa rientrare, con il giusto peso, nei piani di sviluppo dell’agricoltura regionale”.