Le conseguenze sulla politica italiana della scissione del M5S a “Quarta Repubblica”

51

quarta repubblica nicola porro

Tra i temi della puntata del 27 giugno in onda su Retequattro anche la situazione dell’aumento contagi da Covid

Nel giorno in cui a Roma è atteso il fondatore Beppe Grillo, le conseguenze sulla politica italiana della scissione del Movimento 5 Stelle saranno in primo piano domani sera a “Quarta Repubblica”, il talkshow condotto da Nicola Porro il lunedì su Retequattro, a partire dalle 21.30.

L’ultima puntata della stagione si occuperà anche dell’allarme energia, dopo i tagli alle forniture di gas ordinati da Putin, dell’aumento dei contagi da Covid e di funzionamento ed errori delle intercettazioni disposte durante le inchieste giudiziarie.

Corrispondenze in diretta dall’Ucraina per fare il punto sui combattimenti a oltre quattro mesi dall’invasione militare da parte della Russia. Sui diversi argomenti, parteciperanno al dibattito in studio uno dei vicepresidenti del M5S Michele Gubitosa, l’economista Carlo Cottarelli, il magistrato Alfonso Sabella, il direttore di Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti, i giornalisti Alessandro Sallusti, Mario Giordano, Piero Sansonetti, Tommaso Labate e Daniele Capezzone, Hoara Borselli e suor Anna Monia Alfieri.

Come sempre, gli interventi di Vittorio Sgarbi e Gene Gnocchi.