Conte a Beirut: “L’Italia è con il Libano, spero che il governo avvii le riforme”

BEIRUT – “Questo”, per il Libano, è il momento di rimboccarsi le maniche, e per far questo bisogna anche ricostruire la fiducia dei cittadini, tra di loro e nelle istituzioni. E’ una sfida impegnativa, ma a portata di mano, se le autorità libanesi si impegneranno tutte in un processo di rinnovamento della governance. L’Italia ha profondo rispetto della sovranità libanese, rimarrà al suo fianco auspicando che si possa formare al più presto un governo che si occupi della ricostruzione e che avvi al più presto le riforme”.

Così il premier Giuseppe Conte in una dichiarazione alla stampa dopo il bilaterale con il presidente libanese Michel Aoun al quale, sottolinea, “ho espresso questa posizione”.

Conte, poi, ha aggiunto quanto segue: “La mia visita qui a Beirut vuole innanzitutto testimoniare la vicinanza dell’Italia al popolo libanese. Esprimo il sincero cordoglio del governo italiano e di tutto la comunità nazionale italiana”. E infine: “C’è un’antichissima tradizione di rapporti e di intensissimi legami tra Italia e Libano e questo è un legame che si è ravvivato ancor di più in questo momento di emergenza”.