Coronavirus, Costa annulla le crociere nel Mediterraneo fino al 3 aprile

Coronavirus, Costa annulla le crociere nel Mediterraneo fino al 3 aprile

Fino al 3 aprile le crociere in corso faranno scalo nei porti italiani solo per consentire agli ospiti di sbarcare e rientrare a casa

GENOVA – In osservanza delle disposizioni contenute nel DPCM 9 marzo 2020, recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19, che vietano gli spostamenti al di fuori di casi tassativamente elencati (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute, rientro al proprio domicilio, abitazione, residenza) Costa Crociere ha rivisto gli itinerari delle sue navi che faranno scalo nei porti italiani fino al 3 aprile.

“Come compagnia italiana e unico operatore di crociere battente bandiera italiana, il nostro impegno è quello di garantire il massimo supporto alle autorità e alla comunità italiane in questo sforzo straordinario per affrontare l’attuale situazione di emergenza”, ha dichiarato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere

Le crociere attualmente in corso faranno scalo nei porti italiani solo per consentire agli ospiti di sbarcare e rientrare a casa, senza escursioni o nuovi imbarchi.

La compagnia sta provvedendo a informare gli ospiti interessati offrendo loro un credito per una futura crociera, in modo che possano godere delle loro vacanze a bordo in un secondo momento.

Nei giorni scorsi Costa Crociere aveva già cancellato le prenotazioni di ospiti italiani in partenza per crociere al di fuori del Mediterraneo, nel tentativo di contenere la diffusione del Coronavirus e applicare le misure specifiche emanate dal governo italiano.