Coronavirus in Italia, il 6 aprile numeri ancora in calo [VIDEO]

coronavirus covid-19

I dati sono stati ufficializzati dal Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nella conferenza stampa del 6 aprile 2020

ROMA – Nella giornata di domenica 5 aprile 2020 erano arrivate tante “buone notizie”, come ripetutamente aveva detto il Capo del Dipartimento di Protezione civile, Dottor Angelo Borrelli. Calato il numero dei morti (585), il più basso dal 19 marzo; non c’é più bisogno di alleggerire i reparti di terapia intensiva delgi ospedali della Lombardia con trasferimenti di pazienti verso altre Regioni o verso la Germania perchè si é ridotta la richiesta e ora il Servizio Sanitario lombardo é in grado di reggere. Abce allo Soallanzani di Roma, per la prima volta, il numero dei dimessi aveva superato quello dei nuovi ricoverati.

Nella Conferenza stampa di oggi il Dottor Borrelli ci ha aggiornato su quelli che sono i dati giornalieri, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva) e morti con Coronavirus e sull’attività svolta per fronteggiare questa terribile epidemia. Nell’occasione era affiancato dal Professor Silvio Brusaferro, dell’Istituto Superiore di Sanità.

Oggi i guariti sono stati 1.022, 21.815 in totale. Ci sono stati 1.941 casi in più e il numero dei positivi é salito a 93.187 di cui 3.899 sono in terapia intensiva (numero che é in calo per il terzo giorno consecutivo), 28.976 ricoverati e gli altri in isolamento domiciliare; il resto (60.213, pari al 65%) a casa.

I decessi odierni sono 636, in aumento rispetto a ieri.

Sono 16.281 volontari impegnati nelle attività di assistenza alla popolazione. cui si aggiungono Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco,  Forze Armate, Polizia e Personale sanitario. Le tende pre-triage sono 820 all’esterno degli ospedali, 151 dentro gli istituti penitenziari.

Sionos stati raccolti 107.556.081 euro che saranno utilizzati per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e ventilatori polmonari; oggi sono stati spesi 6.4000.000 euro, in totale più di 19 milioni.

Il Dottor Borrelli ha ricordato che ieri ha firmato un’ordinanza per istituire un fondo per i familiari dei medici morti; promotore dell’iniziativa é stato Diego Della Valle. Ha ricordato l’undicesimo anniversario del terremoto che colpì L’Aquila provocando 309 vittime.