Coronavirus in Italia: 683 decessi, ancora una lieve contrazione dei contagi

Coronavirus in Italia: 683 decessi, ancora una lieve contrazione dei contagi

I dati del 25 marzo sono stati ufficializzati dal Dipartimento della Protezione civile attraverso l’Ufficio Stampa: 683 decessi

ROMA – Nessuna Conferenza stampa del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, che da settimana ci aggiornava su quelli che sono i dati giornalieri, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva) e morti con Coronavirus e sull’attività svolta per fronteggiare questa terribile epidemia.

Questa mattina il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha accusato sintomi febbrili e, a scopo precauzionale, ha lasciato la sede del Dipartimento. A causa di questa lieve indisposizione a partire da oggi, fino a data da destinarsi, la quotidiana conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus delle ore 18 è sospesa.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha comunque continuato a garantire la massima operatività e, anche per il tramite dell’Ufficio Stampa, a diffondere le informazioni disponibili sull’emergenza in atto.

Oggi i guariti sono stati 1.036, 9.362 in totale. Ci sono stati 3.491 casi in più e il numero dei positivi é salito a 57.521 di cui: 3.489 sono in terapia intensiva. I decessi odierni sono 683.