Coronavirus, indennità 600 euro: ecco come ottenerla

Inps

Le domande per usufruire della prestazione “indennità 600 euro” potranno essere presentate a partire dal primo aprile 2020

ROMA – L’Inps ha reso note, con circolare, le istruzioni per richiedere il bonus, previsto dal Decreto “Cura Italia”. Nella circolare si precisa che per l’indennità di 600 euro non è prevista alcuna contribuzione figurativa e che non contribuisce alla formazione del reddito. Ogni domanda potrà essere presentata a partire da domani, 1 aprile.

Chi ne ha diritto

L’indennità di 600 euro per il mese di marzo,  previa domanda all’Istituto, è destinata a:

  • liberi professionisti titolari di partita Iva attiva al 23 febbraio e ai lavoratori con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi nella stessa data purchè non siano titolari di pensione né essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. Per questi lavoratori il limite di spesa per il 2020 è di 203,4 milioni
  • commercianti, coadiutori diretti, artigiani, coltivatori diretti, mezzadri e coloni sempre che non abbiano già una pensione. Il limite di spesa é 2.160 milioni
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato involontariamente il loro rapporto tra il 1 gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 che non abbiano pensione né, alla data del 17 marzo, alcun rapporto di lavoro dipendente. Non è previsto per marzo oltre alla contribuzione figurativa neanche l’assegno al nucleo familiare. Il limite entro il quale saranno accettate le domande è 103,8 milioni di euro.
  • operai agricoli a tempo determinato. Il limite di spesa è 396 milioni.
  • lavoratori dello spettacolo purché abbiano versato nel 2019 almeno 30 contributi giornalieri e non abbiano avuto un reddito superiore a 50mila euro, purchè non siano titolari di rapporto di lavoro dipendente al 17 marzo per chiedere l’indennità. Il limite di spesa è 48,6 milioni.

Come presentare la domanda

La domanda per il bonus all’Inps si potrà fare:

  • collegandosi con il sito dell’Istituto e utilizzando l’apposito servizio, cliccando sul banner dedicato presente sulla Home page. Per questa prestazione è previsto l’utilizzo del PIN semplificato. La domanda di Bonus può essere fatta anche con SPID, CIE, CNS;
  • tramite il Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • tramite i Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi

Le richieste potranno essere inoltrate già a partire dall’1 aprile ma il rilascio del servizio sarà comunicato con un nuovo messaggio. A questo servizio si potrà accedere con modalità di identificazione, dato il carattere emergenziale delle prestazioni, scrive l’Inps, “più ampie e facilitate rispetto al regime ordinario”.

Tutte le informazioni sul sito ufficiale INPS: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx