Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 1° settembre 2020: +1.380 nuovi casi

covid19 martedì

Il bollettino del 1°settembre 2020 parla di 978 i nuovi casi,1.380 ricoverati, 107 quelli in terapia intensiva, 8 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, martedì 1° settembre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 31 AGOSTO

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 996 e 6 decessi. 1.288 le persone ricoverate, 94 quelle in terapia intensiva.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 6.952 in Lombardia, 1.432 in Piemonte, 2.977 in Emilia-Romagna, 2.387 in Veneto, 1.574 in Toscana, 3.174 nel Lazio, 541 in Liguria, 298 nelle Marche, 2.210 in Campania, 844 in Puglia, 91 nella Provincia autonoma di Trento, 1.125 in Sicilia, 427 in Abruzzo, 365 in Friuli Venezia Giulia, 190 nella Provincia autonoma di Bolzano, 789 in Sardegna, 268 in Umbria, 245 in Calabria, 31 in Valle d’Aosta, 70 in Molise, 88 in Basilicata.

TRASPORTO PUBBLICO

Sono state approvate dalla Conferenza Unificata le “Linee guida” del trasporto pubblico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La capienza massima dei mezzi non oltrepasserà l’80%, potrebbe arrivare al 100% per le distanze in cui si impiega meno di 15 minuti. Obbligatorio l’uso la mascherina, previsti inoltre sanificazione degli ambienti e adeguato ricambio d’aria.

REGOLE PER IL RIENTRO A SCUOLA

Il Comitato tecnico scientifico, in una nota, ha stabilito che non ci sarà l’obbligo della mascherina a scuola se viene rispettata la distanza di un metro. Nella scuola primaria, “per favorire l’apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro e l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (ad esempio il canto). Lo indica il Nella scuola secondaria, anche considerando una trasmissibilità analoga a quella degli adulti, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro, l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (es. canto) e in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dalla autorità sanitaria”.

I DATI COVID DEL 1° SETTEMBRE

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 978 e 8 decessi. 1.380 le persone ricoverate, 107 quelle in terapia intensiva, 25267 persone i isolamento domiciliare.