Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 13 luglio 2020

coronavirus lunedì

Il bollettino del 13 luglio 2020 ci parla di 169 nuovi casi; 768 pazienti ricoverati, 65 in terapia intensiva, 13 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, lunedì 13 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 12 LUGLIO

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 234, i decessi 9. I ricoverati con sintomi erano 776,  68 quelli in terapia intensiva, 13.335, le persone in isolamento domiciliare. I guariti erano 306.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni italiane sono state finora:  95.049 in Lombardia, 28.940 in Emilia Romagna, 19.395 in Veneto, 31.498 in Piemonte,  6.804 nelle Marche, 10.031 in Liguria; 4.772 in Campania, 10.322 in Toscana, 3.099 in Sicilia, 8.314 nel Lazio, 3.335 nel Friuli Venezia Giulia, 3.328 in Abruzzo, 4.541 in Puglia, 1.450 in Umbria, 2.666 nella Provincia autonoma di Bolzano,  1.216 in Calabria, 1.372 in Sardegna, 1.196 in Valle d’Aosta,  4.881 nella Provinci autonoma di Trento, 446 in Molise, 406 in Basilicata. Nelle ultime 24 ore si sono registrati decessi solo in Lombardia (8 ) e in Abruzzo (1).

LIGURIA A CONTAGI ZERO: LA SODDISFAZIONE DI TOTI

Scrive sui social il Governatore della Liguria, Giovanni Toti: “Un grande momento che aspettavamo da mesi e che conferma il trend positivo sul Covid nella nostra regione, anche dopo la riapertura di tutte le attività economiche. Dopo tanti sacrifici da parte di tutti, dopo il lavoro incessante di medici, infermieri e operatori sanitari, dopo la fatica e la paura, questo è proprio un grande giorno! Un’occasione per dire ancora grazie a tutta la nostra straordinaria sanità, che in questi mesi non si è mai risparmiata e oggi continua costantemente a monitorare la situazione. Nonostante le gufate di chi sperava che le cose andassero male, siamo stati i primi a rimboccarci le maniche per far ripartire la Liguria e i dati confermano che abbiamo fatto bene”.

SPERANZA COMMENTA I DATI

Così ha commentato sui social i dati il Ministro della Salute, Roberto Speranza: “220 mila contagi Covid in un solo giorno a livello mondiale. Mai prima un numero così alto in sole 24 ore. Questo ci dice che non è vinta e che serve ancora attenzione da parte di tutti. Dobbiamo continuare a seguire la linea della prudenza e della gradualità.

VERSO LA PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA

Il Governo sta per emanare un nuovo Dpcm sull’emergenza Coronavirus per prorogare le misure già esistenti per contenere il contagio: le norme sono infatti in scadenza il 14 luglio. L’idea parrebbe quella di prorogare al 31 luglio tutte le misure restrittive contenute nel Dpcm dell’11 giugno scorso e confermare le ordinanze adottate dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sul divieto di ingresso per chi ha soggiornato negli ultimi 14 giorni nei 13 Paesi che sono al di sotto dei coefficienti minimi di sicurezza.

I DATI COVID DEL 13 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 169, i decessi 9. I ricoverati con sintomi erano 178,  65 quelli in terapia intensiva, 12.324, le persone in isolamento domiciliare. I guariti erano 306