Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 18 luglio 2020: +249 nuovi casi

covid sabato

Il bollettino del 18 luglio 2020 ci parla di 233 nuovi casi; 757 pazienti ricoverati, 50 in terapia intensiva, 14 i decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, sabato 18 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 17 LUGLIO

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 233, i decessi 11. I positivi erano 11.635. I ricoverati con sintomi erano 771, 50 quelli in terapia intensiva.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni italiane sono state finora: 7.421 in Lombardia, 856 in Piemonte, 1.228 in Emilia-Romagna, 502 in Veneto, 318 in Toscana, 186 in Liguria, 852 nel Lazio, 155 nelle Marche, 16 nella Provincia autonoma di Trento, 272 in Campania, 70 in Puglia, 96 in Friuli Venezia Giulia, 119 in Abruzzo, 158 in Sicilia, 101 nella Provincia autonoma di Bolzano, 12 in Umbria, 10 in Sardegna, 69 in Calabria, 2 in Valle d’Aosta, 8 in Molise, 5 in Basilicata.

RT SUPERIORE A 1 IN SEI REGIONI

Il monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia da SarsCov2 in Italia.dell’ISS dice che ‘indice di contagio ‘Rt’ é sopra l’1 in Italia in sei regioni: Veneto (l’1,61, Toscana (1,24), Lazio (1,23), Lombardia (1,14), l’Emilia Romagna e Piemonte (entrambe a 1,06). L’invito é quelllo di mantenere elevata l’attenzione e continuare a rafforzare le attività di testing-tracking-tracing in modo da identificare precocemente tutti i potenziali focolai. “In caso contrario, nelle prossime settimane, potremmo assistere ad una inversione di tendenza con aumento rilevante nel numero di casi a livello nazionale”.

BASSETTI: “MALATIA CAMBIATA”

Scrive su Facebook Matteo Bassetti, Direttore del Reparto Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova: “Uno studio appena pubblicato sulla rivista scientifica Anaesthesia e ripreso dal Daily Mail ha analizzato la letalità del COVID-19 in Inghilterra. Delle 10,387 ricoverate ad Aprile la letalità era del 6%, delle 3270 ricoverate a giugno la letalità del 1.5%. Anche questo studio conferma quanto vado dicendo da due mesi: oggi la malattia è profondamente diversa da quella che vedevamo a marzo e siamo più bravi nel gestirla. Speriamo che ora che lo dicono all’estero, anche in Italia molti si ricredano.Meditate gente, meditate. Soprattutto su chi sta continuando a dire il contrario”.

I DATI COVID DEL 18 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 249, i decessi 14. I positivi erano 11.635. I ricoverati con sintomi erano 757, 50 quelli in terapia intensiva.