Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 21 agosto 2020: +947 nuovi casi

coronavirus venerdì

Il bollettino del 21 agosto 2020 parla di 947 nuovi casi, 919 ricoverati, 69 quelli in terapia intensiva, 9 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, venerdì 21 agosto andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 20 AGOSTO

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 845 e 6 i decessi. 883 le persone ricoverate, 68 quelle in terapia intensiva, 15.063 quelle in isolamento domiciliare.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 5.423 in Lombardia, 977 in Piemonte, 1.816 in Emilia-Romagna, 1.789 in Veneto, 801 in Toscana, 355 in Liguria, 1.540 nel Lazio, 217 nelle Marche, 671 in Campania, 44 nella Provincia autonoma di Trento, 389 in Puglia, 790 in Sicilia, 268 in Abruzzo, 222 in Friuli Venezia Giulia, 139 nella Provincia autonoma di Bolzano, 112 in Umbria, 171 in Sardegna, 151 in Calabria, 11 in Valle d’Aosta, 55 in Molise, 73 in Basilicata.

Per quanto riguarda le vittime, sono state: 16.846 in Lombardia, 4.142 in Piemonte, 4.455 in Emilia-Romagna, 2.100 in Veneto, 1.139 in Toscana, 1.571 in Liguria, 872 nel Lazio, 987 nelle Marche, 440 in Campania, 405 nella Provincia autonoma di Trento, 555 in Puglia, 286 in Sicilia, 472 in Abruzzo, 348 in Friuli Venezia Giulia, 292 nella Provincia autonoma di Bolzano, 80 in Umbria, 134 in Sardegna, 97 in Calabria, 146 in Valle d’Aosta, 23 in Molise, 28 in Basilicata.

ISS: MONITORAGGIO DAL 10 AL 16 AGOSTO

Il monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute relativo al periodo che va dal 10 al 16 agosto rileva che in cinque Regioni l’indice Rt è superiore al valore di 1: si tratta di Umbria (1,34), Abruzzo (1,24), Veneto (1,21), Lombardia (1,17) e Campania (1,02). La maggior parte dei nuovi contagiati, tuttavia, risultano essere “meno gravi e in maggioranza asintomatici”. L’età media dei contagiati é scesa intorno ai 30 anni: “La circolazione avviene oggi con maggiore frequenza nelle fasce di età più giovani, in un contesto di avanzata riapertura delle attività commerciali (inclusi luoghi di aggregazione) e di aumentata mobilità”.

PREGLIASCO: SITUAZIONE LEGATA ALLA PRESENZA DI FOCOLAI

Il virologo Pregliasco ha dichiarato che l’aumento dei casi é legato a tanti focolai”, e “il 40% vienei dall’estero, da nazioni dove c’è diffusione maggiore del virus. Proprio per questo la situazione non è preoccupante, però é importante isolare più focolai possibili.

RIENTRO A SCUOLA: LE DISPOSIZIONI DEL CTS

Il protocollo del Comitato tecnico scientifico prevede un supporto di medici di famiglia e pediatri per gestire al meglio la sicurezza all’interno degli istituti scolastici. I nuovi banchi arriveranno a partire dall’8 settembre.

I DATI COVID DEL 21 AGOSTO

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 974 e 9 i decessi. 919 le persone ricoverate, 69 quelle in terapia intensiva, 16.678 quelle in isolamento domiciliare.