Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 22 ottobre 2020: +16.079 nuovi casi

coronavirus covid-19 giovedì

Il bollettino del 22 ottobre 2020 parlava di 16.079 nuovi casi 9.694 ricoverati, 992 quelli in terapia intensiva; 136 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, giovedì 22 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 21 OTTOBRE

Il bollettino del 21 ottobre 2020 parlava di 10.874 nuovi casi 8.454 ricoverati, 870 quelli in terapia intensiva; 89 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano:29.890 in Lombardia, 13.435 in Piemonte, 10.800 in Emilia-Romagna, 11.433 in Veneto, 21.101 in Campania, 17.403 nel Lazio, 12.239 in Toscana, 4.621 in Liguria, 7.850 in Sicilia, 5.991 in Puglia, 2.377 nelle Marche, 848 nella Provincia autonoma di Trento, 2.106 in Friuli Venezia Giulia, 3.091 in Abruzzo, 3.811 in Sardegna, 2.080 nella Provincia autonoma di Bolzano, 2.955 in Umbria, 1.380 in Calabria, 831 in Valle d’Aosta, 775 in Basilicata, 425 in Molise.

CONTE: “FONDI PER LE ATTIVITÁ SACRFICATE”

Nel suo intervento alla Camera il Premier Giuseppe Conte ha dchiarato che il Governo é consapevole dei sacrifici che sta chiedendo ad alcune categorie, soprattutto bar e ristoranti, assicurando a queste di tenerne conto nella prossima Legge di Bilancio 2021. Le attività scolastiche continueranno in presenza: lo si deve all’impegno dei dirigenti scolastici, dei docenti, delle famiglie e soprattutto ai nostri ragazzi che non vanno lasciati privi di una esperienza così importante come la scuola. Sono previste misure di flessibilità di orari solo per le scuole secondarie. Misure importanti sono state disposte anche per il trasporto scolastico, per evitare affollamenti; per questo sono stati stanziati350 milioni aggiuntivi nel 2021 per Regioni e Comuni.

INCONTRO STATO – REGIONI

Il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia ha convocato per le 14 di oggi una riunione di coordinamento d’intesa con il ministro della Salute, Roberto Speranza, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli e le Regioni. Si parlerà di come rafforzare le reti interne alle Asl nelle operazioni di tracciamento dei contagi da Covid-19.

I PROVVEDIMENTI REGIONALI

Con una ordinanza firmata dal Presidente della Regione Attilio Fontana, in Lombardia é stata disposta la chiusura delle grandi strutture di vendita e dei centri commerciali nei fine settimana, ad eccezione dei negozi che vendono beni di prima necessita. In vigore il coprifuoco dalle ore 23 alle 5: per gli spostamenti arà necessaria l’autocertificazione.  “La Lombardia ha adottato “pesanti, ma necessarie misure”, che “resteranno in vigore per tre settimane a partire da domani e saranno sospese o prolungate in relazione alla diffusione del virus. In questo momento agisco con la pesante responsabilità di chi è chiamato a tutelare esclusivamente la salute dei cittadini sapendo che attraverso di essa si potranno anche risolvere i problemi economici collaterali scaturiti da questo momento storico. Sursum corda”, ha commentato su Facebook il Governatore.

Coprifuoco dalle 24 alle 5 anche Lazio da venerdì prossimo. Gli spostamenti in orario notturno saranno consentiti solo per motivi urgenti o di lavoro e dovranno essere  accompagnati dall’ autocertificazione.

La Regione Piemonte, ieri seconda per numero di nuoi contagi, ha precisato con una nota che non é in programma alcun coprifuoco. “Le misure attualmente in vigore sono state assunte ieri sera con le ultime ordinanze che prevedono misure rigorose  ma chirurgiche per colpire laddove l’assembramento è reale, cioè il trasporto scolastico e le aree dei grandi centri commerciali”. Non si tratta quindi “di un blocco generalizzato, ma mirato e integrato poi dai sindaci laddove necessario – prosegue la Regione – Eventuali altre restrizioni verranno prese in considerazione in base all’evoluzione del quadro epidemiologico. Per qualunque informazione o chiarimento siamo sempre a vostra disposizione”.

In Campania da venerdì sarà vietato spostarsi tra le province tranne che per i motivi indicati nell’ordinanza firmata dal governatore De Luca; in tali casi occorrerà l’autocertificazione.

SITUAZIONE NEL MONDO

Nelle ultime ventiquattro ore in Francia i nuovi casi sono stati 26.676, i decessi 166 .La Spagna ha superato il milione di casi. Nel Regno Unito si sono registrati 26.688 nuovi contagi e 191 morti.

I DATI COVID DEL 22 OTTOBRE

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino del 22 ottobre 2020 parlava di 16.079 nuovi casi 9.694 ricoverati, 992 quelli in terapia intensiva; 136 decessi.