Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 23 ottobre 2020: + 19.143 nuovi casi

coronavirus venerdì

Il bollettino del 23 ottobre 2020 parlava di 19.143 nuovi casi 10.549 ricoverati, 992 quelli in terapia intensiva; 91 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, venerdì 23 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 22 OTTOBRE

Il bollettino del 22 ottobre 2020 parlava di 16.079 nuovi casi 9.694 ricoverati, 992 quelli in terapia intensiva; 136 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano:33.518 in Lombardia, 14.780 in Piemonte, 11.663 in Emilia-Romagna, 12.608 in Veneto, 22.561 in Campania, 18.531 nel Lazio, 13.261 in Toscana, 5.066 in Liguria, 8.540 in Sicilia, 6.279 in Puglia, 2.624 nelle Marche, 969 nella Provincia autonoma di Trento, 3.376 in Abruzzo, 2.225 in Friuli Venezia Giulia, 3.993 in Sardegna, 3.270 in Umbria, 2.318 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1.537 in Calabria, 905 in Valle d’Aosta, 828 in Basilicata, 450 in Molise.

ASINTOMATICI CONCARICA VIRALE ALTISSIMA

Carlo La Vecchia, ordinario di epidemiologia presso l’Università degli studi di Milano, nel corso di un’intervista concessa al quotidiano “Corriere della Sera”, ha sottolineato che ciò che più preoccupa ora é l’aumento della carica virale. Alcuni asintomatici ce l’hanno altissima.

BASSETTI SI RIVOLGE A CHI HA AVUTO CONTATTI CON POSITIVI

Scrive su Facebook il Professor Matteo Bassetti, Direttore del Reparto Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova: “È evidente ci sia stata un’accelerazione improvvisa dei casi. Si tratta di una situazione inaspettata per certi versi, ma sarebbe importante tracciare tutti i contatti. Impresa non semplice. Immaginiamo città con contagi che oscillano con oltre mille unità giornaliere, se ogni persona ha dieci contatti stretti, il tracing diventa complicato perché serve personale sanitario che al momento in alcuni luoghi manca. Chi ha avuto contatti diretti, per più di 15 minuti con casi certi di soggetti positivi a SarsCoV-2 si deve quarantenare. È importante, ci vuole responsabilizzazione da parte della gente, a prescindere dalle decisioni delle autorità sanitarie”.

NUOVO PROTOCOLLO PER L’ATTIVITA’ SPORTIVA

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha reso noto che il Dipartimento per lo Sport ha emanato il nuovo protocollo attuativo delle “Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”, che aggiorna quelle dello scorso 19 maggio, e che introduce misure più restrittive.

SITUAZIONE NEL MONDO

 Nelle ultime ventiquattro ore negli Stati Uniti si sono registrati18.269 nuovi casi e 240 decessi; in Francia 41.622 e 165 vittime. L’Olanda ha toccato la soglia dei 9.271 casi.

I DATI COVID DEL 23 OTTOBRE

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino del 23 ottobre 2020 parlava di 19.143 nuovi casi 10.549 ricoverati, 992 quelli in terapia intensiva; 91 decessi.