Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 25 luglio 2020:+ 275 nuovi casi

covid sabato

Il bollettino del 25 luglio 2020 parla di 275i nuovi casi, 731 i ricoverati con sintomi, 41 in terapia intensiva, 5  decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, sabato 25 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 24 LUGLIO

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 306, i decessi 10.  I guariti erano 217: i soggetti ricoverati in terapia intensiva erano 49, 713 quelli ricoverati con sintomi, e 11.462 in isolamento domiciliare. Non is sono registrati nuovi casi in Puglia, Abruzzo e Valle d’Aosta. Solo due regioni italiane hanno registrato zero contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore: sono Valle d’Aosta e Basilicata

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: Lombardia: 95.715, Piemonte: 31.567, Emilia Romagna: 29.350, Veneto: 19.729, Toscana: 10.394, Liguria: 10.139, Lazio: 8.498, Marche: 6.815, Trento: 4.941, Campania: 4.874, Puglia: 4.565, Friuli VG: 3.363, Abruzzo: 3.352, Sicilia: 3.158, Bolzano: 2.686, Umbria: 1.463, Sardegna: 1.382, Valle D’Aosta: 1.196, Calabria: 1.245, Molise: 459, Basilicata: 447.

SEI REGIONI A INDICE ZERO

Nel monitoraggio settimanale condotto da ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità relativo alla settimana 13-19 luglio. Sono sei, come la scorsa settimana, le regioni in cui l’indice di contagio Rt è superiore a 1: Veneto (1,18), Emilia Romagna (1,14), Piemonte (1,07), Liguria (1,06), Lazio (1,04) e Lombardia (1). Tre regioni con Rt fermo a zero: Calabria, Molise e Puglia.

L’INVITO DI REZZA ALLA PRUDENZA

Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, ha dichiarato che persistono diversi focolai di ampiezza variabile in quasi tutte le regioni italiane e molti di questi sono causate da persone che provengono da Paesi ad alta incidenza. Rezza ha sottolineato che è necessario continuare a tenere comportamenti prudenti, come la mascherine, il distanziamento sociale e l’igiene personale. E sottoporsi alla quarantena nel caso in cui si provenga da Paesi ad alta incidenza.

QUARANTENA PER CHI VIENE DA ROMANIA e BULGARIA

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che dispone l’isolamento per chi, negli ultimi 14 giorni, abbia soggiornato in Romania e Bugaria.

I DATI COVID DEL 25 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 275, i decessi 5.  I guariti erano 128: i soggetti ricoverati in terapia intensiva erano 41, 731 quelli ricoverati con sintomi, e 11.670 in isolamento domiciliare.