Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 5 ottobre 2020: 2.257 nuovi casi

coronavirus lunedì

Il bollettino del 5 ottobre 2020 parlava di 2.257 nuovi casi 3.287 ricoverati, 323 quelli in terapia intensiva; 16 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, lunedì 5 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 4 OTTOBRE

Il bollettino del 4 ottobre 2020 parlava di 2.578  nuovi casi 3.287 ricoverati, 303 quelli in terapia intensiva; 18 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 9.361 in Lombardia, 7.933 nel Lazio, 7.400 in Campania, 4.954 in Emilia Romagna, 4.235 in Veneto, 3.962 in Toscana, 3.370 in Piemonte, 3.247 in Sicilia, 2.897 in Puglia, 2.279 in Sardegna, 1.877 in Liguria, 995 in Abruzzo, 941 nelle Marche, 851 in Friuli Venezia Giulia, 695 in Umbria, 629 a Trento, 616 a Bolzano, 575 in Calabria, 390 in Basilicata, 141 in Molise, 81 in Valle d’Aosta.

LOCATELLI: “ESCLUDO UN LOCKDOWN TOTALE”

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanita’, Professor Franco Locatelli, in una intervista rilasciata all’Eco di Bergamo, ha voluto rassicurare tutti dicendo che al momento non ci sono minimamente le condizioni per ipotizzare un lockdown totale. Il Paese é preparato sotto tantissimi punti di vista ed é preso a modello in tutta Europa. Si é detto orientato sull’obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

I PROVVEDIMENTI DEL GOVERNO

Il Ministero dell’Interno ha indirizzato una circolare ai Prefetti di tutti i territori nazionali, con lo scopo di adottare tutte le iniziative di propria competenza per limitare il rischio del contagio. Incentivato l’“impegno delle Forze di polizia nell’assicurare il rispetto delle disposizioni anti-Covid», consentendo l’opzione di «controlli mirati in relazione ai luoghi urbani e alle fasce orarie di maggiore affollamento”. E ancora: “Le attività di controllo potranno essere modulate con l’eventuale ausilio del personale militare appartenente al dispositivo Strade Sicure”.

Se in questi giorni l’Rt dovesse salire, il Dpcm del prossimo 7 ottobre potrebbe suggerire per alcuni territori ill limite orario per ristoranti e pub allo scopo di limitare il rischio di assembramento nei luoghi e nelle fasce orarie a più alta frequentazione. L’opzione di applicare  la misura potrebbe essere demandata alle Regioni.

Possibile che venga inserito il limite di 200 persone negli spazi chiusi di mille persone per gli eventi all’aperto: le Regioni vorrebbero, invece, aumentare la capienza.

I DATI COVID DEL 5 OTTOBRE

Alle 17 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino del 5 ottobre 2020 parlava di 2.257 nuovi casi 3.287 ricoverati, 323 quelli in terapia intensiva; 16 decessi.