Coronavirus oggi in Italia, bollettino del giorno 18 aprile 2021

103

coronavirus italia domenica

Dal 26 aprile riaprono attività nelle Regioni in zona gialla: Lega e FdI chiedono l’abolizione del coprifuoco. Record di vaccinazioni

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, domenica 18 aprile 2021 andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile.

Come annunciato dal Premier Mario Draghi nella giornata di venerdì, dal 26 aprile tornerà la zona gialla e le scuole riapriranno completamente in presenza nelle zone gialle e arancione. A partire dalla stessa data riprenderanno anche gli sport all’aperto, incluso il calcetto, dal primo maggio in zona gialla si tornerà negli stadi con una capienza massima di mille persone. Stesse regole per i concerti. Dal 15 maggio riapriranno anche le piscine all’aperto e dal 1° giugno ripartiranno alcune attività legate alle palestre. Il 1° luglio, invece, potranno riprendere le attività fieristiche. Per gli spostamenti, invece, si pensa a un pass vaccinale sul modello di quello studiato dall’Unione europeo.

Dal 26 aprile tornerà anche la fascia gialla nella mappa colorata dell’Italia. Gli spostamenti tra Regioni gialle saranno di nuovo permessi ma per i movimenti tra Regioni di diverso colore potrebbe essere introdotto un pass, che potrebbe contenere l’indicazione dell’avvenuta vaccinazione, l’effettuazione di un tampone nelle 48 ore precedenti allo spostamento, o l’eventuale guarigione dall’infezione.

Ieri, in una diretta Facebook, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha sollevato la questione relativa al coprifuoco: mantenerlo alle 22 sarebbe una follia perché vorrebbe dire che alle 21,15 uno deve alzarsi dal ristorante. Chi potrebbe tenere in piedi un ristorante in queste condizioni? Dello stesso avviso Matteo Salvini, leader della Lega, che in un tweet scrive: “Raddoppio soldi per Partite Iva e imprese, da 20 a 40 mld. Fatto. Riapertura bar, ristoranti, attività sportive, economiche e culturali all’aperto entro aprile. Fatto. Prossimi obiettivi: anticipare riaperture al chiuso e cancellare il coprifuoco delle 22. Avanti, non si molla”. 

SITUAZIONE VACCINI

Nella giornata di venerdì é stato raggiunto il record di vaccinazioni giornaliere. Scrive al proposito sul proprio profilo Facebook il Ministro della Salute, Roberto Speranza: “Voglio ringraziare ostetriche ed ostetrici, biologi e tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione che hanno sottoscritto, con governo e regioni, l’intesa per partecipare alla campagna di vaccinazione. Ieri abbiamo somministrato oltre 350 mila dosi di vaccino. Accelereremo ancora nelle prossime settimane”.

Intento nella serata si ieri sono arrivate all’hub nazionale vaccini oltre 400mila dosi di vaccino Moderna.

IL BOLLETTINO DEL 16 APRILE

Nelle ultime ventiquattro ore sono 15.370 i nuovi casi  (ieri 15.943) e 310 le vittime (ieri 429) per un totale di 116.676 decessi dall’inizio dell’emergenza. Sono 27.100 si ricoverati nei reparti ordinarì mentre 3.340 sono in terapia intensiva.

Nel dettaglio gli attualmente positivi sono: 92.250 in Campania, 67.801 in Lombardia, 63.691 in Emilia-Romagna, 51.515 in Puglia, 50.828 nel Lazio, 26.643 in Veneto, 26.370 in Toscana, 25.477 in Sicilia, 22.403 in Piemonte, 17.844 in Sardegna, 13.692 in Calabria, 9.732 in Friuli Venezia Giulia, 9.871 in Abruzzo, 7.629 nelle Marche, 6.969 in Liguria, 5.735 in Basilicata, 3.461 in Umbria, 1.377 a Trento, 1.019 in Valle d’Aosta, 655 in Molise,346 a Bolzano.