Coronavirus oggi in Italia, bollettino del giorno 8 aprile 2021: +17.221 nuovi positivi

90

coronavirus covid-19 giovedì

Per l’Ema AstraZeneca si conferma un vaccino che porta più benefici che rischi. Sarà somministrato agli over 60

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, giovedì 8 aprile 2021 andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile.

I DATI DEL BOLLETTINO

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati 17.221 nuovi casi con 362.162 tamponi,; ieri erano stati 13.708. 487 le vittime; ieri 627. Sono 3.663 (+20) i pazienti ricoverati in terapia intensiva; nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.851 persone (-465).

AGGIORNAMENTO NEWS

Ieri sono tornati a scuola in tutta Italia gli studenti fino alla prima media. Nelle zone rosse la didattica prosegue a distanza per i ragazzi del secondo e terzo anno delle medie e per quelli della scuola secondaria di secondo grado. Nelle zone gialle e arancioni, invece, é prevista la didattica totalmente in presenza per gli studenti della seconda e terza media, che potrà variare dal 50% al 75% a seconda delle situazioni locali. Il Governo ha comunque deciso che dal 20 aprile sarà possibile programmare le prime riaperture in base ai dati del contagio; a maggio si attende una ripresa più estesa.

SITUAZIONE VACCINI

L’EMA ha confermato che i benefici derivanti dalla somministrazione del vaccino AstraZeneca sono di gran lunga superiori ai rischi. preferibilmente, però, su indicazione della Cabin di Regia dovrebbe essere utilizzato soltanto agli over 60. Entro oggi è attesa una circolare del ministero della Salute che metterà nero su bianco le indicazioni alle regioni su come comportarsi e sulle modalità d’uso del vaccino. Il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico, Franco Locatelli, ha sottolineato che la seconda somministrazione del vaccino AstraZeneca in chi ha ricevuto la prima dose è stata elemento di valutazione molto attento e che  momento non ci sono elementi per non considerare la vaccinazione in chi ha ricevuto la prima dose pur essendoci un numero limitato di soggetti che hanno ricevuto la seconda dose.Al momento sono state somministrate in Italia 11.510.905 dosi di vaccino e 3.555.242 persone hanno ricevuto anche il richiamo.

Saranno protetti dallo scudo penale per medici e infermieri o chiunque altro somministri il vaccino anti Covid mentre sarà previsto l’obbligo di vaccinazione anti Covid per medici e personale sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali.

IL BOLLETTINO DEL 7 APRILE

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati 13.708 i nuovi casi con 627 vittime. Il tasso di positività è del 4%. Sono 29.316 (-21)i ricoverati nei reparti ordinari;  3.683 unità quelli in terapia intensiva (-60).