Coronavirus, Vaccarino: “Alle imprese servono interventi immediati ma anche una visione lungimirante per il lungo periodo”

ROMA – “Nell’emergenza le associazioni di rappresentanza non possono che essere unite”, ha esordito Daniele Vaccarino, presidente della CNA, intervenuto in rappresentanza di Rete Imprese Italia alla presentazione del piano straordinario per la promozione del Made in Italy tenuta alla Farnesina dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

“Alle imprese – ha proseguito – servono interventi immediati ma anche una visione lungimirante sul futuro dell’economia italiana, in particolare per quanto riguarda l’internazionalizzazione delle imprese. Nel breve periodo, condividiamo l’impostazione del ministro e ne apprezziamo, in particolare, le ipotesi sia di coprire in toto le spese sostenute dalle imprese per partecipare a fiere nel frattempo annullate sia l’azzeramento dei costi di adesione alle future esposizioni. Va bene utilizzare i grandi canali di distribuzione per favorire le vendite. Siamo d’accordo ad alleggerire il peso burocratico sui vari interventi previsti ma chiediamo libertà di trasporti, senza barriere né confini”.

“A più lungo termine – ha sottolineato – va potenziato lo strumento dei voucher per temporary export manager, favorendo tanto le imprese che fanno fatica ad affacciarsi sui mercati esteri quanto le imprese già internazionalizzate che cercano nuovi sbocchi. Servono sostegni alla formazione, per noi fondamentale, e condividiamo l’idea di far ripartire le piattaforme di ecommerce come vetrina del Made in Italy attraverso un grande piano di comunicazione – ha concluso Vaccarino – che rilanci la nostra immagine nel mondo anche come importantissima meta turistica”.