Incidente mortale alla Sevel, Furlan: “Orribile iniziare l’anno con nuove vittime sul lavoro”

ATESSA (CHIETI) – Un operaio di 29 anni, Cristian Terilli, di Pignataro Interamna (Frosinone), è morto oggi alla Sevel di Atessa dopo essere rimasto improvvisamente schiacciato da un supporto di ferro dell’impianto robotico che gli è caduto addosso. La vittima era dipendente della società Comau, ex gruppo Fiat, che si occupa di impiantistica tecnologica e robotica. Inutili i soccorsi prestati dal 118, che ha inviato anche l’elisoccorso.

L’incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno nel reparto Lastratura, la cui area è stata transennata e posta sotto sequestro. Sul posto per le indagini i carabinieri di Atessa. In questi giorni la Sevel è chiusa per le ferie natalizie ed erano in corso lavori di manutenzione alle linee di produzione.

Ecco cosa ha scritto su Twitter la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan: “Aveva appena 29 anni il giovane morto sul lavoro ad Atessa, in Abruzzo. Tutta la nostra vicinanza alla sua famiglia. Orribile iniziare l’anno con nuove vittime sul lavoro. Una strage continua che dobbiamo tutti fermare. La sicurezza deve diventare la nostra priorità anche nel 2020”.