Travolto e ucciso da un’auto, arrestato il pirata: “Ho avuto paura”

TORINO – E’ stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Torino il pirata della strada che la notte del 19 gennaio, sulla provinciale 143 che collega Orbassano a Stupinigi, ha investito e ucciso Franko Gjinaj, albanese che oggi avrebbe compiuto 36 anni, e poi è fuggito.

Si tratta di un operaio di 34 anni di Giaveno. L’accusa è di omicidio stradale e omissione di soccorso. Gli investigatori dell’Arma l’hanno rintracciato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e ai frammenti dell’auto, tra cui lo stemma della Volkswagen, ritrovati sul luogo dell’incidente.

I carabinieri di Rivoli, che hanno controllato le carrozziere dei comuni alle porte di Torino alla ricerca di una Golf bianca, hanno trovato la macchina, danneggiata e con tracce ematiche sul cofano, in un’autofficina di Giaveno. L’uomo l’aveva portata a riparare spiegando di aver investito un capriolo. “Ho avuto paura e sono fuggito”, ha tentato di giustificarsi con i militari che lo hanno arrestato.