Data monetization, creare nuove soluzioni e modelli di business usando i dati

35

ROMA – Data Monetization. Letteralmente, Monetizzazione dei dati. È questo il tema della nuova sfida lanciata da Enel sulla sua piattaforma di crowdsourcing Open Innovability®. Enel Innovation Hubs – società del Gruppo che si occupa, tra l’altro, di Business Incubation – è alla ricerca di modi innovativi per sfruttare i dati interni e quelli esterni al fine di generare nuovi flussi di reddito. Come? Attraverso la progettazione e creazione di modelli business, prodotti o soluzioni data driven.

Due le possibili strade da seguire: da un lato la vendita di dati grezzi, prodotti o servizi basati sui dati del Gruppo; dall’altro lo sviluppo di piattaforme digitali che permettano di “orchestrare” ecosistemi atti a far interagire tra loro diversi attori per creare valore condiviso a partire dai dati. Le possibilità sono numerose soprattutto se si considera la mole di informazioni provenienti dalle diverse attività Enel. La compagnia è oggi uno dei più grandi player globali dell’energia, presente in oltre 30 Paesi nel mondo, con circa 70 milioni di clienti e oltre 20mila fornitori. Quotidianamente le risorse aziendali, gli utenti e le persone del Gruppo parlano attraverso dati che l’azienda organizza e utilizza. E che sono alla base della sua strategia di trasformazione in una Data Driven Company. Un percorso basato sulla consapevolezza di come la vita moderna sia “sempre connessa”.

Per la Challenge i dati utilizzabili sono stati raggruppati in diversi cluster, tra cui: edifici e siti industriali, smart cities, mobilità elettrica, sevizi finanziari, mercato, infrastrutture e reti, meteorologia. L’obiettivo è monetizzare i dati interni all’azienda considerando anche l’integrazione di open data esterni che potrebbero risultare interessanti. I partecipanti potrebbero, ad esempio, realizzare servizi specifici per il settore agricolo con i dati meteorologici Enel in maniera da aiutare i coltivatori ad aumentare la produttività in maniera sostenibile. E con la possibilità di integrare anche le informazioni fornite dall’hub Copernicus dell’Agenzia spaziale Europa (ESA).

Oppure rispondere alle nuove tendenze e sfide urbane monetizzando i dati interni sulla mobilità elettrica in combinazione con gli open data delle municipalità. O ancora, impiegare i dati provenienti dai clienti del Gruppo in combinazione con quelli assicurativi per sviluppare un nuovo prodotto. La sfida fornisce un contributo a 5 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile: SDGs 8 (lavoro dignitoso per tutti); SDGs 9 (infrastrutture resilienti, innovazione, industrializzazione sostenibile) SDGs 11 (città inclusive, sicure e sostenibili); SDGs 13 (azione peri clima); SGDs 17 (partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile). Per prendervi parte, c’è tempo fino al 17 maggio 2021.