Di Maio, solidarietà all’immunologa Antonella Viola dopo le minacce ricevute

35

ROMA – “Pochi incoscienti e delinquenti, con teorie infondate, minacciano di morte chi ogni giorno lavora per salvare la vita di migliaia di italiani. Una cosa è certa: noi non possiamo essere loro ostaggio. Ferma condanna per questi gesti ignobili e massima solidarietà alla professoressa Antonella Viola. Lo Stato è con lei. Gli italiani, la stragrande maggioranza di loro, sono con lei. Rimaniamo uniti e salvaguardiamo la vita”.

Così il ministro degli esteri Luigi Di Maio dopo che è stata stabilita la scorta per l’immunologa padovana Antonella Viola, che ha ricevuto nei giorni scorsi una lettera contenente un proiettile. Le sono stati assegnati due carabinieri per la tutela personale. Tre giorni fa, nel suo ufficio di Padova, una collaboratrice della scienziata che dirige l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza ha ricevuto una lettera minatoria, con allegato un proiettile, ritenuta così credibile da far decidere in fretta che sarebbe stata necessaria la sua protezione.