‘È in gioco l’avvenire’, Fondazione Feltrinelli in campo per il 25 aprile

ROMA – “È in gioco l’avvenire’. Le parole con cui si chiude il discorso di Ferruccio Parri, letto in apertura dei lavori della Consulta, il 26 settembre 1945, e una lettera di Leone Ginzburg alla moglie Natalia, del 1944. Parte da qui per riflettere sul senso del ricostruire l’iniziativa digitale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per il 75esimo anniversario del giorno della Liberazione.

‘È in gioco l’avvenire. 1945 – 2020: le voci della Resistenza, le parole per la Ricostruzione’ prenderà il via il 25 aprile alle 9.30 con interventi dal mondo della cultura, della politica, del lavoro. La Fondazione ha scelto questi testi tra gli scritti del proprio patrimonio e contestualmente, in occasione del 25 aprile, presenterà l’ebook gratuito ‘È in gioco l’avvenire’ con scritti di Ferruccio Parri. Il testo è introdotto da tre voci: la storica Gabriella Gribaudi, che riflettere sulla condizione psicologica dei reduci; il professore di storia contemporanea Filippo Focardi, che allarga il campo al contesto internazionalee la studiosa di mutamento sociale e politico Raffaella Fittipaldi che ci ricorda il ruolo dei partiti e della buona politica.

La giornata si apre alle 9.30 sulla pagina Facebook della Fondazione con i saluti istituzionali. Di seguito, il direttore di Fondazione, Massimiliano Tarantino, inviterà a riflettere prendendo spunto da Parri su ciò che sarà necessario per ‘il giorno dopo’, per la ricostruzione. Il presidente Onorario di Fondazione, Salvatore Veca ricorderà le parole che Leone Ginzburg scrisse alla moglie Natalia all’inizio del 1944 con uno spunto di riflessione forse più intimo e personale del senso della lotta per la libertà.

Tra gli interventi quelli della storica Silvia Gribaudi, dell’europarlamnetare Pierfrancesco Majorino, di Marco Omizzolo, sociologo e ricercatore Eurispes, dello scrittore e insegnante Marco Balzano, e della scrittrice Igiaba Scego, autrice del romanzo La Linea del Colore (Bompiani). L’iniziativa entra nel palinsesto digitale di Fondazione #FuorileIdee lanciato poche settimane fa.