Fioramonti: “Attivare subito iniziative per fornire assistenza psicologica agli studenti”

26

ROMA – “La sospensione delle attività didattiche in presenza e il conseguente avvio della Dad hanno causato notevoli danni agli studenti e alle studentesse. Ad oggi ancora non è possibile misurare la portata totale delle conseguenze generate dall’isolamento emergenziale, come il forte gap relazionale e le difficoltà di apprendimento generati. Ciò è stato ulteriormente amplificato anche dalla distorsione percettiva dello spazio abitativo, ormai coincidente con lo spazio di apprendimento scolastico. Tale sovrapposizione ha fortemente stravolto quello che nella psicologia ecologica di Roger Barker viene definito “setting”, ovvero l’insieme dei fenomeni comportamentali, dei pattern circoscritti e stabili di attività umane con un sistema integrato di forze e controlli che mantengono tali attività in un equilibro semistabile”.

Lo denuncia sui social l’ex ministro dell’università, istruzione e ricerca, Lorenzo Fioramonti (Facciamo Eco), che aggiunge: “Il comportamento umano è il risultato dell’adattamento dell’individuo alle risorse dell’ambiente ed alle circostanze che si verificano. È quindi evidente come anche l’alterazione di uno solo di questi elementi interni al sistema porti al suo stravolgimento e di come la pandemia stia provocando effetti drammatici sul sistema scuola. Come Facciamo Eco abbiamo chiesto di attivare subito iniziative volte a fornire assistenza psicologica agli studenti. Ascoltare e guidare i più giovani è una delle funzioni primarie della scuola, soprattutto in un contesto estremamente complesso come quello attuale”.